Festival olistico Morgana, grande interesse per la medicina non convenzionale

Si è discusso di nuove opportunità e dei metodi da applicare alla prima edizione dell'iniziativa promossa dall’associazione culturale Maradan

È patrimonio comune che le medicine non convenzionali hanno acquisito un ruolo stabile di innovazione nel campo della salute, ricevendo grande interesse anche in ambito universitario, ospedaliero e di assistenza sanitaria territoriale. Anche tra gli italiani si è consolidata la pratica di rivolgersi alle scelte terapeutiche proposte dalle medicine complementari e autorevoli stime ufficiali riferiscono che ogni anno, in Italia, oltre dieci milioni di cittadini ne fanno riscorso. E sono già oltre ventimila i medici italiani prescrittori di medicinali omeopatici e antroposofici.

Di queste nuove opportunità e dei metodi da applicare si è parlato all’interno della prima edizione del Festival Olistico Morgana, ospitato all’Altafiumara Resort e Spa di Villa San Giovanni, organizzato dall’associazione culturale Maradan, organismo presieduto dalla riflessologa facciale Marcella Ritto. Un evento di rilevante importanza, con intensi viaggi sensoriali e di pensiero, che ha fatto scoprire e apprendere tutti i benefici per il corpo e la mente offerti da questa particolare disciplina, da considerare soprattutto come una vera filosofia di vita.

Il Festival Olistico Morgana, coordinato con la collaborazione delle esperte in riflessologia facciale e naturopatia, Anna Maria Morabito e Adele Catalano, è stato caratterizzato da un ricco programma di conferenze a tema, laboratori espierenziali, incontri con scrittori, trattamenti individuali ed esercizi per il benessere psicofisico. Tra i tanti appuntamenti previsti, molto attesa la conferenza di Beatrice Moricoli, fondatrice dell’Accademia Airfi, sul tema "Fibromialgia e auto trattamento: combattiamo il dolore con le nostre mani", nel corso del quale è stato presentato anche il libro "Junior, riflessologia per bambini", oltre alla dimostrazione pratica di esercizi di riflessologia facciale del famoso metodo Dien Chan Zone.

Piacevole l’incontro con l’attore-regista Sebastiano Rizzo, molto incuriosito dalla forza e dai benefici espressi dalle varie discipline della materia, che ha potuto anche apprezzare le tecniche illustrate nel corso dei laboratori tenuti dall’associazione Mindful Sicilia e da Claudia Casanovas, da Irene Circosta e Laura Buongiorno, oltre quelli presentati dalla Idea90/Art.Ed.O. Calabria.

Di terapie di medicina complementare e alternativa e di altri suoi impieghi, come la naturopatia, l’omeopatia e la guarigione energetica si è parlato, inoltre, nelle conferenze tenute da esperte e specialiste che da anni operano nel settore, peraltro con enorme successo e ottimi risultati: Maria Vittoria Martino e Patrizia Pellegrini, Giusy Longo e Giovanna Cuzzucrea.

Il Festival ha messo in evidenza anche quanto la Medicina complementare e alternativa sia ormai un campo in costante sviluppo, fatto di metodi di cura che non si basano sui principi della medicina tradizionale. Discipline che hanno radici antiche e che si basano su una concezione olistica dell’individuo, considerandolo nella sua completezza di corpo e spirito, dove la condizione patologica viene esaminata a partire dalla causa scatenante e non solo nel terapia del sintomo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, il Festival Olistico Morgana si è arricchito anche di un momento benessere, a cura di Luca Cucchi, con un seminario in movimento su "La camminata metabolica come stile di vita", e con l’attività all’aperto di Gioacchino Calabrò, che ha praticato lo Yoga per bambini. Pratiche incentrate nell’interazione tra cervello e mente, tra corpo e comportamento, con il proposito di usare la mente per influenzare le funzioni fisiche e promuovere la salute. A concludere le singole giornate del Festival sono stati gli interessanti incontri letterari tenuti con importanti autori: Franco Arminio, Luisa Barbaro e Daniela Orlando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in Calabria 11 nuovi casi e focolaio a Reggio dopo un apericena: 8 i positivi

  • Covid, ordinanza della Santelli: obbligo di mascherine e tamponi per chi rientra da 4 Paesi

  • Covid, focolaio dopo una festa di compleanno: i titolari del Papo's Cafè fanno chiarezza

  • Comunali, Falcomatà presenta la lista Innamorarsi di Reggio: i nomi dei candidati

  • Rientri, sbarchi e assembramenti: nuova ordinanza della Regione Calabria

  • "Mare spettacolare: voto 10", Bobo Vieri in vacanza incorona la bellezza di Palmi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ReggioToday è in caricamento