rotate-mobile
La preparazione

Liceo Campanella, diritto e riflessioni sulla vulnerabilità della democrazia

Il 33,2% degli studenti del classico di Reggio sceglie, alla fine dell’ultimo anno, l'area giuridico- politica. Un percorso di approfondimenti finalizzati a fornire conoscenze e competenze spendibili all’ università

Un iter di approfondimento di diritto pubblico italiano e comparato per le classi del triennio del liceo classico Tommaso Campanella.

Il percorso, che si è concluso ieri, 10 aprile, rientrava in un disegno più ampio volto a creare un’integrazione tra la formazione classica e lo studio della realtà giuridico-economica. 

Secondo i dati ufficiali (fonte Eduscopio) il 33,2% degli studenti del liceo classico di Reggio sceglie, alla fine dell’ultimo anno, l’area giuridico- politica; l’11,9% quella economico-statistica; il 10,1% l’area sociale. Informazioni del genere hanno contribuito alla promozione di corsi extracurricolari finalizzati a fornire conoscenze e competenze spendibili nel futuro percorso universitario.

Il corso, nato con il chiaro obiettivo di far conoscere agli studenti i fondamenti generali del diritto e di far acquisire loro padronanza del linguaggio tecnico-giuridico, è stato tenuto dalla prof.ssa Giovanna Pellicanò, docente di Diritto del Liceo, con il contributo di esperti esterni.

Il 7 febbraio e il 13 marzo Luciano Gerardis, già presidente della corte d’appello di Reggio Calabria, ha  incontrato gli alunni affrontando rispettivamente  il tema dei principi fondamentali della Costituzione e  quello della magistratura.

Il 28 febbraio Antonino Laganà, consigliere presso la corte d'appello di Reggio Calabria e componente del Csm, ha approfondito il tema della separazione dei poteri con particolare riferimento al parlamento.

Alle ore 14 del 10 aprile nell’Aula Magna del liceo Antonino Spadaro, ordinario di diritto costituzionale presso la facoltà di giurisprudenza dell’università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria, ha proposto agli studenti una riflessione dal titolo “Dalle democrazie costituzionali” alle “democrazie illiberali” alle “democrature”.

Il liceo classico Campanella mira alla formazione integrale del cittadino e alla sua partecipazione attiva alle dinamiche politico-istituzionali; in un momento storico critico come quello odierno è doveroso far riflettere i giovani sulla fragilità e sulla vulnerabilità dei sistemi democratici. 

Osservare la democrazia nel mondo aiuta a comprendere in che misura i singoli godano di diritti e libertà e quanto sia necessario tutelare questa libertà e questi diritti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liceo Campanella, diritto e riflessioni sulla vulnerabilità della democrazia

ReggioToday è in caricamento