rotate-mobile
Eccellenze reggine / Bagnara Calabra

"50 Top Italy 2023", una trattoria del Reggino tra le migliori d'Italia

La guida "50 Top Italy" ha diffuso l'elenco di quelle che - a suo modo di dire - sarebbero le migliori trattorie italiane. Tra queste spuntano due realtà calabresi: la Taverna Kerkyra di Bagnara Calabra e l'Osteria del Vicolo di Mormanno (Cosenza)

BAGNARA CALABRA - Il sito della guida "50 Top Italy" ha racentemente diffuso l'elenco di quelle che sarebbero - secondo il proprio giudizio - le migliori trattorie italiane.

Al piazzamento numero trentanove della classifica è possibile trovare la Taverna Kerkyra di Bagnara Calabra, in provincia di Reggio Calabria. 

"Taverna Kerkyra nella 50 top Italy" scrive con tono celebrativo lo staff del locale, in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook. 

"Un faro della ristorazione italiana nella punta dello stivale. - Cosi si esprime la guida in merito alla trattoria di Bagnara - Da circa quarant’anni la cucina di Fulvio Dato illumina la costa calabrese con i suoi piatti che sanno un po’ di Grecia e un po’ di Calabria e sono ormai diventati leggenda. - Prosegue - Come il carpaccio di merluzzo con croccante di mandorle, le farfalle allo yogurt, i calamaretti ripieni di feta o il sandwich di pescespada al vapore con la mentuccia, contrasti di sapore che creano originali esperienze di gusto. I dolci sono un’ulteriore sorpresa. - Conclude - A due passi dal mare a Bagnara Calabra, pochi tavoli in un ambiente raccolto dallo stile marinaro. La carta dei vini curata dalla figlia Marialuce, regina della sala, include anche qualche etichetta greca".

Va evidenziato che tre posti più in basso nella classifica (42) è stata inserita un'altra realtà calabrese, ovvero l'Osteria del Vicolo di Mormanno (in povincia di Cosenza). 

La selezione

Da Burde, a Firenze, della famiglia Gori, è la migliore trattoria in Italia 2023 per 50 Top Italy, la guida on line del meglio del Made in Italy dentro e fuori i confini nazionali. Al secondo posto l’Antica Osteria del Mirasole, a San Giovanni in Persiceto, della famiglia Cimini. A chiudere il podio Sora Maria e Arcangelo, ad Olevano Romano, della famiglia Milana. Al quarto posto L’Osteria della Tana, ad Asiago, quinta La Brinca, a Genova, al sesto e settimo posto due insegne campane: Al Convento, a Cetara, della famiglia Torrente e Lo Stuzzichino, a Massa Lubrense, della famiglia De Gregorio. Ottava posizione per il Ristorante Al Cambio a Bologna. Chiudono la Top Ten due insegne romane: Roscioli Salumeria con Cucina e Arcangelo Vino e Cucina.

Quella delle trattorie e bistrò moderni è la prima delle classifiche di 50 Top Italy che andranno a comporre la guida completa per l’anno 2023 ed è la spina dorsale della ristorazione italiana, con aziende familiari, spesso aperte da più generazioni. “Le trattorie e le osterie del Bel Paese – sottolineano Barbara Guerra, Luciano Pignataro e Albert Sapere, i tre curatori della guida – rappresentano l’autentica anima gastronomica della nazione. Presidi dei territori che compongono la Penisola, fanno da trait d’union tra gli agricoltori, gli allevatori, i vignaioli, gli artigiani e tutti gli abitanti e i visitatori di un luogo. Una tradizione dunque che non va affatto abbandonata, ma che anzi va implementata e modernizzata secondo le nuove esigenze del pubblico e seguendo soprattutto i concetti di sostenibilità ambientale ed economica, divenuti ormai elementi imprescindibili anche della ristorazione. Validi esempi di tutto ciò sono senz’altro i nomi presenti nella nostra guida”.

Quella delle trattorie e bistrò moderni non è l’unica tipologia di locali al vaglio degli ispettori di 50 Top Italy, infatti dalla settimana che va dal 17 al 22 ottobre saranno presentati gli Spin-Off che riguarderanno la classifica dei 10 migliori: Panini, Street Food, Carbonare, Ristoranti Etnici, Sushi e Ristoranti di Pesce.

Sempre on line il 24 ottobre verranno presentati i 100 migliori ristoranti italiani divisi per fasce di prezzo, Cucina d’Autore e Grandi Ristoranti, per poi scoprire entro i primi giorni di dicembre i migliori ristoranti nel contesto dell’ospitalità alberghiera.

La presentazione della guida terminerà con il Gran Galà della Cucina Italiana, presentato da Federico Quaranta, il 13 dicembre al Teatro San Babila di Milano, dove saranno consegnati i riconoscimenti e i premi speciali della guida e saranno svelati anche i 50 Migliori Ristoranti Italiani nel Mondo (fuori dall’Italia).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"50 Top Italy 2023", una trattoria del Reggino tra le migliori d'Italia

ReggioToday è in caricamento