rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
social

Cake star in salsa reggina, trionfano bergamotto e ‘nduja: ecco il vincitore

I prodotti del territorio i grandi protagonisti della nota trasmissione di RealTime. A sbaragliare la concorrenza il re del gelato Vincenzo Pennestrì

Non potevano non essere le golosità reggine le protagoniste delle pasticcerie in sfida di Cake Star sbarcato per la prima volta a Reggio Calabria. E con lo sfondo del lungomare più bello di Italia a bordo di un’ape, nella puntata andata in onda ieri 17 febbraio, c’erano loro: Tommaso Sfoglia e Damiano Carrara pronti a decretare la cake star reggina tra Vincenzo Pennestrì di Sottozero gelateria e pasticceria, Melina Sarica del Bar Dolce Capriccio e Luana Martino di All Black Cake Style.  

Una sfida all’ultima pasta quella tra le eccellenze del territorio che hanno tirato fuori i loro pezzi forti tra degustazioni di dolci tipici e peculiarità di ogni singolo locale. A trionfare su tutti, Pennestrì che per cominciare ha preso per la gola uno dei giurati con un crostino di capocollo e gelato alla ’nduja, sua specialità, e ha stregato tutti con “Regium”, creato in onore proprio a Reggio Calabria: una mousse al pistacchio con bavarese alla mandorla, sablè alle mandorle, culies di mandarino e bergamotto e glassa esterna al melograno, classificandosi primo nella classifica parziale con 19 stelle che sommava le votazioni delle tre categorie in gara: pasticceria, paste e pezzo forte e conquistando la vittoria assoluta con 41 stelle finali.

Per la realizzazione di questo dolce, disponibile presso Sottozero sia in formato torta che in monoporzione, sono state volutamente selezionate materie prime del territorio, veri e propri portabandiera come il bergamotto di Reggio Calabria di cui Vincenzo Pennestrì è anche ambasciatore nel mondo.

Cake Star Reggio Calabria

Secondo posto per Melina di Doce Capriccio, che è stata anche la seconda tappa  del tour del gusto. A dare nell’occhio da subito la sua casa dei giocattoli dove lei si sente Alice nel paese delle Meraviglie. Il suo pezzo forte è stata la torta capriccio al pistacchio, la più amata dai clienti. Lei, definita dai giudici la rockstar, della serata ha raggiunto la seconda posizione finale con 38 stelle.

Terzo posto invece per Luana di All Black definita la “scultrice delle torte”, la particolarità della sua pasticceria? Un arredamento dark: “Il nero è come un buon dolce non stona mai”, ha detto in trasmissione dove ha presentato come pezzo forte una variante del tiramisù chiamata “Me ne fotto”. Si è piazzata terza con 35  punti.

Una puntata, quella di ieri, che ha visto sfidarsi tre pasticcerie completamente diverse ma con in comune il grande amore per Reggio e per i suoi prodotti nostrani preparati e proposti a Tommaso Sfoglia e Damiano Carrara, che in generale hanno apprezzato le specialità delle pasticcerie, tra paste, bignè e gelati dai gusti ricercati.

A convincere però la giuria, quello che si definisce il re del gelato dei vip, che ha puntato tutto sui prodotti che meglio rappresentano questa terra la ‘nduja e il bergamotto e che prima della sfida ha dichiarato: “Sono il migliore pasticcere perché sono umile, da me vengono i vip a schiarirsi la voce dopo i concerti. Sono venuti, Amoroso  i Pooh, Pino Daniele e Elton John. Vincenzo non ha trattenuto l’emozione quando è stato eletto il vincitore: “Sono felice questo è il risultato di tanti sacrifici”. 

"E’ un ulteriore riconoscimento che ci incoraggia sulla strada della qualità che perseguiamo per vocazione - ha commenta il maestro reggino - lo sforzo quotidiano è prima di tutto concentrato sulla ricerca e sull’ideazione di nuovi prodotti per soddisfare i gusti della clientela e le nuove tendenze della pasticceria. La vittoria di Cake Star è un tassello che premia la valorizzazione delle nostre eccellenze".

Chi è il maestro Vincenzo Pennestrì

Gelatiere dal 1992, Vincenzo Pennestrì è presidente dell’Associazione Gelatieri Italiani, ambasciatore del gelato nel mondo, ambasciatore del gusto, ambasciatore del bergamotto di Calabria e ambasciatore pasticcere dell’Eccellenza italiana (Apei). E’ titolare della Cremeria Sottozero di Reggio Calabria, fondata dal padre Fortunato “Tito” Pennestrì.

Proprio la passione e la volontà di emulare il genio del padre, fondatore del gelato artigianale italiano, ha spinto
Vincenzo Pennestrì a seguirne le orme. Mediamente tra estate e inverno Cremeria Sottozero produce 900 chili di gelato al giorno. Il segreto? La scelta delle materie prime, a partire da quelle del territorio a chilometro zero nel rispetto dei principi della sostenibilità ambientale.

La Cremeria Sottozero non è solo un luogo di vendita e somministrazione al pubblico: qui trovano casa i laboratori dedicati alla gelateria, alla pasticceria gelata, alla pasticceria tradizionale, dove nascono i grandi lievitati, e al trattamento naturale e alla tostatura, “una fabbrichetta delle materie prime” come la definisce Fortunato Pennestrì, riconoscendo al figlio Enzo di aver coronato un sogno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cake star in salsa reggina, trionfano bergamotto e ‘nduja: ecco il vincitore

ReggioToday è in caricamento