Sabato, 20 Luglio 2024
Università

La Mediterranea cresce e offre nuovi corsi, Zimbalatti: "3,7% in più di immatricolazioni"

Presentata nell'aula magna Quistelli l'offerta formativa per il nuovo anno accademico. L'intervento del rettore

Cresce l'Università Mediterrranea in numeri di iscritti e in corsi di laurea e sempre al centro c'è lo studente e i suoi bisogni. Lo dicono chiaramente il rettore Giuseppe Zimballatti, la professoressa Rossella Marzullo, delegata all'orientamento e il prof. Antonino Vitetta, delegato alla didattica nel corso della conferenza stampa, nell'aula magna Quistelli, a cui ha partecipato anche il presidente del consiglio degli studenti Girolamo De Giglio, per presentare l'offerta formativa del prossimo anno accademico.

"Abbiamo registrato un +3,7% a livello di immatricolazioni e siamo anche confortati dai dati di Alma laurea. Oltre l’85% dei nostri laureati è soddisfatto del percorso fatto alla Mediterranea ed è altrettanto soddisfatto del corpo docente", dice con soddisfazione il rettore Zimbalatti che spiega: "Le tasse universitarie, nonostante l’aumento del costo della vita, rimangono invariate, e offriamo ai nostri studenti corsi di laurea che rafforzino il collegamento con il territorio e con le nuove professione, cercando così di rispondere alle esigenze dei giovani. Tra le novità, ci sono gli esoneri totali dalle tasse universitarie per le vittime della mafia e della criminalità organizzata e per i detenuti. Sarà attivato, infatti, il polo universitario penitenziario a Reggio Calabria". 

Per il prossimo anno accademico sono confermate le opportunità didattiche dell’offerta formativa nelle aree di studio di agraria, architettura, design, ingegneria, economia, giurisprudenza, scienze infermieristiche, scienze sportive e scienze umane. 

Gli ordinamenti didattici nell’area di economia presentano un arricchimento per rafforzare il collegamento con il territorio e le nuove professioni, e, sul fronte delle novità, sono stati proposti due nuovi corsi di laurea magistrale di durata biennale per il completamento dei percorsi delle lauree di design, con il corso in “Design per le culture mediterranee. Prodotto | Spazio | Comunicazione”, e di scienze della educazione e della formazione, attraverso il corso in “Progettazione pedagogica e gestione dei servizi educativi per i minori” in corso di accreditamento iniziale. 

Per l’anno accademico 2023-24, dunque, sono previsti 25 corsi di laurea, tra corsi triennali, magistrali biennali, magistrali quinquennali, suddivisi in 50 percorsi formativi e 28 differenti classi di laurea e di laurea magistrale. La nuova offerta formativa si completa con numerosi percorsi di formazione post laurea, tra i quali 5 corsi di dottorato di ricerca e 5 master che interessano tutte le aree didattiche presenti nella Mediterranea, la scuola di specializzazione per le professioni legali e il Corso di formazione per il conseguimento delle specializzazioni per le attività di Sostegno didattico agli alunni con disabilità (Tfa).  

Cresce, dunque, la Mediterranea e utile è stato il lavoro di orientamento in entrate che ha portato avanti l'Ateneo. "Abbiamo incontrato ben 31 scuole, - afferma la professoressa Marzullo - e ben 15.638 studenti. Le nostre azioni di orientamento tengono conto delle esigenze dei ragazzi, e offriamo gli strumenti giusti affinché scelgano il loro percorsi di studi consapevolmente.

Non è facile il passaggio dalla scuola superiore all'università e per questo noi attraverso attività laboratoriali, attiviamo una didattica disciplinare attiva. Inclusione, giustizia sociale e sostenibilità sono valori fondamentali che trasmettiamo agli studenti, qualsiasi profilo di studio scelgano. Per noi lo studente è al centro".

I corsi di laurea

Entra nel dettaglio dei corsi di laurea il prof Vitetta. "Ci confrontiamo con il territorio per offrire sempre più corsi di studio rispondenti alle esigenze del territorio. Per questo un terzo degli ordinamenti didattici è stato rinnovato e il 40% è di nuova istituzione negli ultimi 5 anni. I nostri indicatori ci dicono che i corsi sono di alta qualità e lo dimostrano anche le interviste fatte agli studenti dopo aver completato il percorso universitario. Per i nostri studenti, secondo criteri precisi, ci sono anche le borse di studio e uno su quattro, che fa richiesta, la riceve. Si va da un minimo di quattro mila euro fino a dieci mila per chi è fuori sede".

I corsi di laurea

Agraria presenta 7 corsi di studio, 4 di laurea triennale e 3 di laurea magistrale biennale, che abbracciano le tre principali filiere produttive, agricola, forestale-ambientale e alimentare e, da ultimo, le scienze biologiche.

Punta sui miglioramenti qualitativi nel campo delle Scienze e tecnologie agrarie, delle Scienze forestali e ambientali (al I livello con i 2 curricula in Ambiente e paesaggio agro-forestale e in Progettazione delle aree verdi, al II livello con i 2 curricula in Gestione dell’ambiente e degli ecosistemi forestali e in Gestione delle aree verdi) e delle Scienze e Tecnologie Alimentari (al I livello con i 2 curricula in Scienze e tecnologie degli alimenti e Gastronomia e ristorazione, al II livello con i 2 curricula in Tecnologie alimentari e in Gastronomia e ristorazione). Si aggiunge il corso di laurea triennale in Scienze Biologiche per l’Ambiente, inter-ateneo con l’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro, quale sede amministrativa, di recente istituzione. 

Lo storico corso quinquennale in Architettura, con programmazione nazionale degli accessi. e il corso di laurea triennale in Tecniche per l’edilizia e il territorio a orientamento professionale con accesso programmato a livello locale, presenta i 4 curricula Edilizia e costruzioni, Sostenibilità edilizia, Pianificazione del territorio e Valutazioni immobiliari e gestione legale-amministrativa.

Il corso di laurea triennale in Design presenta i 3 tre curricula Product design, Design della comunicazione, Design per l’indoor/outdoor. Per l'anno accademico 2023-2024 si aggiunge la novità del corso di laurea magistrale biennale in Design per le culture mediterranee. Prodotto|Spazio|Comunicazione. 

Conferma il successo dei 2 corsi di studio, di cui 1 di laurea triennale in Scienze economiche, con 2 curricula (Economico, Giuridico-aziendale”, ed 1 di laurea magistrale biennale in Economia. 

Giurisprudenza conferma l’omonimo corso di laurea magistrale quinquennale. Ingegneria offre 7 corsi di studio, di cui 3 di laurea triennale e 4 di laurea magistrale biennale. I percorsi triennali abbracciano i settori dell’ingegneria civile, industriale e dell’informazione; sono, in particolare, 1 corso di laurea triennale completamente rinnovato in Ingegneria informatica, elettronica e delle telecomunicazioni, con 4 curricula (Generale, Elettronica e biomedica, Internet e sicurezza, Homeland security), 1 corso di laurea triennale in Ingegneria civile e ambientale per lo sviluppo sostenibile, con 3 curricula (Opere civili sostenibili e per l’energia, Infrastrutture di trasporto e logistica, Tutela dell’ambiente), 1 corso di laurea triennale in Ingegneria industriale, con 4 curricula (Energy manager, Ingegneria gestionale, Ingegneria elettrica e dell’automazione, Bioingegneria).

Per quanto riguarda il II livello biennale, sono in offerta il corso di laurea magistrale interclasse in Ingegneria elettrica e elettronica, di recente attivazione, con 4 curricula (Circuiti e sistemi elettronici, Automazione industriale, Impianti dispositivi e circuiti per applicazioni biomediche, Electrical and electronic engineering), il corso interclasse in Ingegneria per la gestione sostenibile dell’ambiente e dell’energia, con 2 curricula (Tutela dai rischi naturali e antropici, Gestione energetica sostenibile), il corso di laurea magistrale in Ingegneria civile, con 3 curricula (Infrastrutture e sistemi di trasporto, Geotecnica per lo sviluppo e la sicurezza del territorio, Progettazione di strutture civili, di infrastrutture idrauliche e di sistemi per le energie rinnovabili) e il corso di laurea magistrale in Ingegneria informatica e dei sistemi per le telecomunicazioni, che offre la possibilità di specializzarsi in tematiche quali la cyber-security e le reti 5G. 

Tra le novità per il nuovo anno accademico ecco che ci sono Scienze Inferimiersitiche e Scienze sportive che offrono corsi di studio inter-ateneo con l’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro, quale sede amministrativa. Al corso di laurea triennale in Infermieristica, abilitante alla professione sanitaria di infermiere, con programmazione nazionale degli accessi e sede delle attività didattiche presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, si aggiunge il corso di laurea magistrale biennale interclasse in Scienze e tecniche dello sport e delle attività motorie preventive e adattate, con accesso programmato a livello locale e parte delle attività didattiche curriculari svolte presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria. 

L’ambito delle Scienze umane offre 3 corsi di studio, rappresentati dal corso di laurea magistrale quinquennale in Scienze della formazione primaria, con programmazione nazionale degli accessi, e dal corso di laurea triennale in Scienze dell’educazione e della formazione, con 2 curricula (Educatore per l’infanzia, Educatore socio-pedagogico). Per l'anno accademico 2023-2024 si aggiunge la novità del corso di laurea magistrale biennale in Programmazione Pedagogica e Gestione dei servizi educativi per i minori.

I servizi agli studenti

"La Mediterranea è casa" dice senza mezzi termini Girolamo De Giglio parlando a nome degli studenti. "Siamo molto esigenti e pressanti ma sempre troviamo ascolto e abbiamo tanti servizi. Dal servizio gratuito di trasporti, con i bus che collegano la cittadella università alla città, alle residenze universitarie ed ancora il presidio medico, con servizi gratuiti di medicina generale, dietologia, psicologia e diagnostica in collaborazione con Ace che è molto utilizzato da noi ragazzi. Ancora ci sono le strutture sportive, il campo di calcio a cinque e il centro fitness che è in fase di ristrutturazione. Dunque alla Mediterranea garantisce un'offerta piena con iniziative culturali e di aggregazione che aiutano a crescere e a formarsi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Mediterranea cresce e offre nuovi corsi, Zimbalatti: "3,7% in più di immatricolazioni"
ReggioToday è in caricamento