rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cinquantenario Bronzi

Verso l'evento dell'anno, Quartuccio: "Stiamo lavorando ad un calendario unico"

Il delegato alla cultura della Città metropolitana spiega come si sta lavorando per celebrare il ritrovamento delle statue venute dal mare

Ci sarà un calendario unico, ricco di eventi e di attività, per celebrare il ritrovamento dei Bronzi avvenuto il 16 agosto del 1972, quando il giovane sub romano Stefano Mariottini si immerse nel Mar Ionio a 230 metri dalle coste di Riace Marina e rinvenne a 8 metri di profondità le statue dei due guerrieri. 

Il comitato del cinquantennale, coordinato dalla Città metropolitana, sta lavorando attivamente per mettere a punto tutte le inziative per celebrare l'evento dell'anno. 

"Stiamo lavorando con grande impegno,  - spiega il delegato alla cultura della MetroCity Filippo Quartuccio - e tutti gli enti coinvolti stanno partecipando agli incontri finalizzati, appunto, a predisporre un calendario unico. Stiamo lavorando per attrarre flussi turistici e fare una grande offerta culturale ma stiamo anche gettando lo sguardo oltre l'Italia per dare un respiro internazionale all'evento. Per questo siamo anche in dialogo con il governo e con il ministro alla cultura per definire l'impegno". 

Quartuccio Filippo-4"La nostra idea è di tenere alta l'attenzione sui Bronzi con iniziative che partiranno già da marzo per concludersi alla fine dell'anno. Quindi non solo ad agosto, ma un periodo lungo con tanti eventi, attività e occasioni per promuovere ancora di più i Bronzi,  il territorio. Per questo devo dire che stiamo lavorando in forte sinergia anche con l'assessore comunale Irene Calabrò e anche con gli altri enti coinvolti. Questo è un tavolo prettamente istituzionale proprio per dare una spinta propulsiva e approdare nei tempi giusti ad una offerta culturale. Non voglio svelare ancora alcun dettaglio, ma presto presenteremo il calendario". 

La partecipazione delle associazioni: ecco come presentare una proposta

"Vogliamo però anche stimolare la partecipazione di associazioni culturali per il cinquantenario e per questo dico che chi vuole presentare una proposta può mettersi in contatto con gli uffici della Città metropolitana. Siamo aperti al dialogo e le proposte potranno arricchire ancora di più il calendario che stiamo predispondendo".

Il coinvolgimento delle scuole e dei giovani

"Coinvolgeremo anche le scuole e i giovani con attività pensate appositamente. Puntiamo molto anche sulla comunicazione proprio perchè è un evento di portata importante. Stiamo infatti anche vagliando la possibilità di far coadiuvare l'attività delle professionalità interne, che sono ottime, con il supporto di qualche esperto. Ci sono tante attività già predisposte, ci sono tante risorse umane impegnate. Vogliamo dare un’impronta più alta, di livello internazionale, a queste celebrazioni. È un momento veramente molto importante per il nostro territorio e non perderemo questa occasione". 

Un film documentario sui guerrieri venuti dal mare

"Il Comune di Riace, che è nella Città metropolitana, sta collaborando e sta lavorando per la buona riuscita di questa iniziativa. Abbiamo avuto anche una interlocuzione con una importante società cinematrografica per realizzare un film documentario sui Bronzi. Stiamo aspettando la proposta e valuteremo".

Insomma sono tante le idee e presto saranno presentate alla città e non solo. Avere un tavolo di coordinamento, che mette insieme le varie istituzioni, è già un buon risultato. "C'erano già sei comitati pronti a lavorare per l'evento, - ricorda Quartuccio - ma siamo riusciti invece a sederci tutti allo stesso tavolo per parlare un unico linguaggio, portando ognuno le proprie competenze e specificità ma nell'interesse esclusivo del territorio". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso l'evento dell'anno, Quartuccio: "Stiamo lavorando ad un calendario unico"

ReggioToday è in caricamento