Dodici anni di carcere per il 28enne che aggredì il parroco del Divino Soccorso

Giacomo Gattuso doveva rispondere di tentato omicidio, sei mesi, con la sospensione condizionale della pena, per Simone Liconti, accusato di favoreggiamento. Assolto invece Agostino Marco Ceriolo

Le immagini dell'aggressione fornite dall'Arma

Il tribunale di Reggio Calabria ha condannato a 12 anni di carcere Giacomo Gattuso, il giovane di 28 anni accusato del tentato omicidio di don Giorgio Costantino, il sacerdote della chiesa del quartiere Gebbione di Reggio dedicata alla Madonna del Divino Soccorso.

Una condanna a sei mesi, con la sospensione condizionale della pena, è stata invece inflitta a Simone Liconti di 29 anni, accusato di favoreggiamento. Assolto invece Agostino Marco Ceriolo di 28 anni.

L’aggressione al prete, che non si è costituito parte civile, avvenne piazzale della chiesa nel cuore della notte. Ad incastrare il presunto aggressore alcune telecamere che proprio don Giorgio Costantino aveva fatto installare dopo aver subito una serie di azioni di vandalismo. Dopo il pestaggio, il prete era stato costretto a subire un delicato intervento chirurgico finendo persino in coma farmacologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Coronavirus, la Calabria resta in zona rossa: nuova ordinanza del ministro Speranza

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

  • Un malore stronca un anziano sul centralissimo Corso Garibaldi

  • Le menti del "Farmabusiness" avevano puntato anche la Città dello Stretto

  • Pioggia e vento su Reggio Calabria, allerta meteo arancione: il Comune attiva il Coc

Torna su
ReggioToday è in caricamento