Covid, al Gom in un solo giorno registrati 56 casi: 46 sono migranti sbarcati nella Locride

A darne notizia la direzione aziendale dell'ospedale nel consueto report quotidiano. In seguito a 5 ricoveri, effettuati nelle ultime ventiquattro ore, salgono a 52 i ricoverati

Sono 56 i nuovi casi positivi intercettati oggi dal personale sanitario del Grande ospedale metropolitano dopo aver eseguito 416 tamponi. "Quarantasei di questi contagi - spiega la direzione aziendale del Gom - sono stati rilevati tra i migranti dello sbarco avvenuto ieri sera nella Locride.

In seguito a 5 ricoveri effettuati nelle ultime ventiquattro ore, salgono a 52 i pazienti ricoverati in ospedale: 27 si trovano in malattie infettive, 21 in pneumologia e 4 in terapia intensiva".  I degenti finora accolti dal Gom sono 168 (di questi, 6 hanno avuto un doppio ricovero per un totale di 174) mentre i clinicamente guariti sono 96.

Le raccomandazioni

La direzione aziendale raccomanda "il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, in particolare si ricorda di rispettare la distanza interpersonale nonché di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti. Per la prevenzione ed il monitoraggio del contagio è fortemente raccomandato utilizzare l'app "Immuni", promossa dal ministero della Salute. Per informazioni o in caso di sintomi sospetti contattare il numero Verde 1500 ministeriale e il numero Verde 800 76 76 76 della Regione Calabria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Guido Longo verso la Calabria, primo obiettivo: riaprire gli ospedali chiusi

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Ospedali e Covid, l'allarme di Amodeo: "Asp reggina impermeabile a ogni proposta"

  • Reggio e la Calabria in zona arancione da domenica 29 novembre: ecco cosa cambia

  • Verso il 25 novembre, Maria Antonietta finalmente lascia il Gom e torna a casa

Torna su
ReggioToday è in caricamento