Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

La decisione di Maurizio Vallone dopo l'accertamento degli agenti della polizia di Stato della mancata osservanza delle disposizioni normative per limitare il contagio da Coronavirus. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni

La Polizia ha effettuato numerosi controlli

Un bar del centro cittadino è stato chiuso per cinque giorni dal questore Maurizio Vallone per l’inosservanza delle prescrizioni previste dalla normativa anti Coronavirus. La decisione è stata assunta per il riscontro di assembramenti vietati dalle norme vigenti per limitare la diffusione del Covid-19. 

Durante le due giornate del fine settimana, sono stati effettuati rigorosi controlli in quelle zone della città ove generalmente si raduna un numero maggiore di persone. Uguali servizi sono stati predisposti in provincia, per i siti interessati dalle attività di svago dei residenti.  

Gli agenti della polizia di stato in servizio hanno potuto riscontrare come molti cittadini rispettino le regole imposte dall’emergenza che stiamo vivendo, a tutela della propria e dell’altrui salute. 

Le attività d controllo proseguiranno in città ed in provincia, per permettere alla collettività tutta di fruire, con la dovuta sicurezza, dei momenti di svago e ritrovata libertà, e per perseguire i comportamenti irresponsabili di quei pochi che possono compromettere la salute di molti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le attività di controllo sono state definite in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Massimo Mariani, al termine del quale il questore Maurizio Vallone ha predisposto mirati servizi interforze di controllo del territorio durante lo scorso week end, momento della settimana maggiormente dedicato alle attività di svago all’aperto, per realizzare  un’attività di prevenzione volta a garantire il contenimento della diffusione del virus Covid-19, tenuto conto delle prescrizioni di legge in materia di distanza interpersonali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si nascondevano in Germania per sfuggire alla legge, un reggino fra i due italiani estradati

  • "Mandamento jonico", l'ex sindaco di Roghudi Lorenzo Stelitano ritorna in libertà

  • "Ndrangheta stragista", Lombardo avvia la requisitoria: "Aspettiamo verità da 819 milioni di secondi"

  • Incendiata l'auto di un imprenditore, la solidarietà di Confindustria e Ance Reggio

  • Aeroporto dello Stretto, da oggi riprendono i voli di Alitalia da Reggio per Roma e Milano

  • Trovato morto a Roma Rocco Panetta: il giovane gioiosano scomparso a giugno

Torna su
ReggioToday è in caricamento