rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Covid, è arrivata in città la variante Omicron: un uomo contagiato

Il trentenne è rientrato in Calabria via Francoforte-Roma da Johannesburg. Il virus è stato processato nel laboratorio di microbiologia dell'Asp 5 di Reggio Calabria così come era già avvenuto per la variante Delta

Dopo la variante Delta, ecco che fa ingresso in città anche la variante Omicron del Covid19. L'ha portata un giovane uomo trentenne, dal Sudafrica esattamente da Johannesburg, là dove ci sono 1.535 nuovi casi e il tasso di positività è arrivato al 22,4%. L'uomo è arrivato in Calabria, domenica scorsa, con un volo proveniente da Roma dopo aver fatto tappa a Francoforte. 

L'uomo era vaccinato e al tampone, fatto prima di mettersi in viaggio, era risultato negativo ma al suo arrivo l'altro tampone di controllo ha dato esito positivo evidenziando l'appartenenza alla variante 'omicron'. E' stato scoperto, dunque, il virus nel laboratorio di microbiologia dell'Asp 5 di Reggio Calabria così come era già avvenuto per la variante Delta. Per confermare ulteriormente il risultato ottenuto a Reggio Calabria con un sequenziatore Sanger, una nuova verifica è fatta dai laboratori del Policlinico di Catanzaro, che hanno utilizzato un sequenziatore più accurato, che utilizza il metodo NGS, ed il risultato è stato confermato.

Giuffrida Sandro-3"L'uomo sta bene, accusa solo un leggero raffreddore" ha detto il responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell'Asp Sandro Giuffrida all'agenzia Ansa. "Autonomamente, su disposizione del Dipartimento di Prevenzione dell'Asp di Reggio - ha aggiunto Giuffrida - aveva raggiunto la propria abitazione, con un'auto messa a disposizione dalla famiglia e si trova adesso in quarantena all'interno di locali a lui appositamente destinati".

Cosa è Omicron

Omicron è una variante - spiegano gli scienziati - con mutazioni soprattutto a livello della proteina Spike, la zona del virus contro la quale sono diretti i vaccini. Può avere un periodo di incubazione più breve rispetto al ceppo dominante Delta. I n base a nuove analisi condotte dagli scienziati del Regno Unito è infatti emerso che "la finestra tra infezione e infettività potrebbe essere più breve". Non è però ancora chiaro se Omicron causi una malattia più grave o "come interagisca coi vaccini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, è arrivata in città la variante Omicron: un uomo contagiato

ReggioToday è in caricamento