rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
L'affondo / Melito di Porto Salvo

Ospedale Tiberio Evoli, il Pd si arrabbia: "Consumato l'ennesimo scippo"

I segretari dei circoli dell'Area grecanica, all'unisono, contestano la decisione di cancellare un finanziamento di oltre 40 milioni per la struttura sanitaria

“Uno scippo”, per i segretari dei circoli Pd dell’Area grecanica quello perpetrato ai danni dell’ospedale “Tiberio Evoli” non è altro che uno scippo. Il riferimento è a quanto riportato dalla Gazzetta ufficiale del 10 ottobre scorso, nella quale è stato pubblicato un decreto del Presidente del consiglio con il quale è stato cancellato un finanziamento di oltre 40 milioni di euro, già stanziato dall’Inail, per il rinnovamento della struttura ospedaliera melitese.

“Si deve registrare - scrivono i segretari democrat - l’ennesimo scippo nei confronti dell'Ospedale di Melito di Porto Salvo. In particolare, nel corpo del citato Decreto del Presidente del Consiglio, si legge che il finanziamento dell'INAIL, pari a euro 40.198.952,00, destinato al Tiberio Evoli di Melito di Porto Salvo, è stato revocato a seguito della richiesta effettuata dalla Regione Calabria con la nota n. 33114 del 18 luglio 2022”.

Per i responsabili dei circoli delle Pd quello consumatosi: “È il paradosso della politica regionale del centrodestra. Appena qualche mese fa, il presidente della Regione Calabria Occhiuto e l'on Cannizzaro, destinatario nel nostro territorio di un notevole consenso elettorale nelle ultime elezioni politiche, assumevano impegni per l'ospedale di Melito di Porto Salvo nel corso di una passerella pre-elettorale. A distanza di pochi giorni, però, la Regione Calabria, della quale è il massimo esponente lo stesso Occhiuto. ha adottato un provvedimento con il quale è stato chiesto l'annullamento di un sostanzioso finanziamento da parte dell’Inail, fondamentale per la ripresa dello stesso ospedale”.

“Questo modo di operare - si legge ancora nella nota - non può essere più tollerato e richiede spiegazioni urgenti sulle motivazioni di tale scelta. Il nostro territorio dovrà rialzare la testa ed essere chiamato ad azioni adeguate perché si ponga fine alla continua spoliazione di servizi essenziali per la popolazione residente nell’area".

"I circoli del Partito democratico dell'Area grecanica - si legge infine nella nota - si attiveranno, pertanto, nei prossimi giorni per organizzare unitamente ai cittadini e alle altre rappresentanze del territorio disponibili le azioni necessarie perché finalmente ci si occupi in maniera seria di tutti i problemi dell'area  grecanica ed, in particolare, del diritto alla salute”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Tiberio Evoli, il Pd si arrabbia: "Consumato l'ennesimo scippo"

ReggioToday è in caricamento