rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Gastronomia

Eccellenze reggine in un menu che celebra anche Bronzi e Reggina

Un progetto della camera di commercio rivolto ai ristoratori del territorio per valorizzare i nostri prodotti tipici

Pesce spada, ma anche maialino nero, stoccafisso, acciughe, peperoncino. Ci sono tutti i sapori e i profumi del territorio reggino nel variegato "Menu delle eccellenze" presentato dalla Camera di commercio cittadina in collaborazione con gli operatori del settore della ristorazione per valorizzare i prodotti tipici e offrire una gastronomia molto connotata.

C'entrano anche i Bronzi, che per il loro cinquantesimo compleanno vengono omaggiati da alcune delle specialità proposte dagli chef. Anche l'ente camerale reggino ha in corso una celebrazione molto importante, 160 anni di vita, come ha ricordato illustrando l'iniziativa il presidente Antonino Tramontana. Questo menu prosegue la promozione della filiera enogastronomica locale iniziata con il marchio collettivo "tradizioni reggine", che riunisce prodotti di alta tipicità ma che ancora non hanno riconoscimenti di qualità europei che li colleghino al territorio.

Ed ecco come funzionerà il menu. La camera di commercio ha appena aperto una manifestazione d'interesse per il biennio 2022-2023, alla quale potranno aderire gli imprenditori cittadini della ristorazione, impegnandosi a somministrare alla clientela i prodotti indicati nel menu. A loro sarà garantita promozione gratuita sul sito web www.tradizionireggine.it (portale non ancora on line che sarà attivato nei prossimi giorni) e una serie di benefit con sponsorizzazioni all'interno di un piano social molto articolato, che comprenderà anche fornitura di locandine, vetrofanie, cartelli da banco e banner digitali. 

menu pasta-2Ma veniamo al menu. L'antipasto prevede stoccafisso e oliva ottobratica; si prosegue il primo, stroncatura di acciughe, olive e peperoncino calabrese; due secondi mari e monti, cioè pescespada alla bagnarota e filetto di maiale nero aspromontano con pancetta aspromontana e fagioli occhio nero; la pizza Fata Morgana, realizzata con il tipicissimo grano jermano; e una grande scelta di dolci tipici con dito dell'apostolo, spumone e due dolci dedicati ai Bronzi, Rhegion e Occhi dei Bronzi. Nel comparto bevande, oltre a vini dop e igp del territorio della città metropolitana e la birra Ryece Summer Ale, appare anche un cocktail ispirato alla Reggina, "Amarantos", a base di bergamotto. Ha dichiarato Tramontana: "Nei prodotti identitari e nei piatti e nelle ricette tradizionali che compongono il menu ritroviamo il cuore del Mediterraneo, le nostre radici e la nostra storia, e ci proiettiamo nel futuro del nostro territorio".

Il menu è frutto di un percorso della Camera di Commercio insieme ad associazioni di categoria e consorzi e si è avvalso del lavoro di commissioni di artigiani reggini creata ad hoc per suggerire piatti basati sulla tradizione ma rivisitati in chiave moderna e anche in modo da rappresentare ogni zona del territorio metropolitano.

A parlarne in conferenza stampa sono stati gli stessi esperti (tra cui gli chef Filippo Cogliandro e Fortunato Aricò, impegnati nel progetto) e anche lo storico Filippo Arilotta, che ha realizzato le schede dei piatti tirando fuori curiosità e dettagli culturali e il presidente di Confesercenti Reggio, Claudio Aloisio, che ha detto: "La nostra gastronomia è trasversale, mette insieme tante unicità diverse del territorio che può davvero permetterci di presentarci al mondo in modo peculiare. Infatti noi abbiamo i nostri piatti tipici ma questo tipo di valorizzazione ci manca, non siamo finora riusciti a fare come altri territori, dove, ad esempio, il pesto o l'amatriciana sono diventati catalizzatore turistico. Questo progetto ci consentirà di iniziare a vendere come valore aggiunto le nostre tante risorse gastronomiche".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenze reggine in un menu che celebra anche Bronzi e Reggina

ReggioToday è in caricamento