rotate-mobile
La missiva / Gerace

Gerace, Luzzi: "Urge intervento strutturale per la circonvallazione"

Il vice sindaco ha inviato una lettera ai cittadini per segnalare il problema

Ha deciso di inviare una lettera ai cittadini Rudi Luzzi, vice sindaco di Gerace, per affrontare il problema della viabilità. Scrive Luzzi: "Mi dispiace vedere che questa campagna elettorale sta distraendo così tanto l’amministrazione attuale, che dovrebbe invece essere la prima a tutelare il benessere del cittadino, ma è così presa a fare accordi politici con altri gruppi, che continua a non prendere in considerazione, non solo i miei passati tentativi di portare alla giusta attenzione il problema di viabilità e strutturale della nostra circonvallazione, ma anche quello che sta accadendo in questi giorni dove i problemi sono diventati ancora più evidenti con la caduta di detriti e pietre che rischiano di causare gravi problematiche, e ancora più grave segnaliamo il cedimento di uno dei tiranti".

"Quando ho cercato di sollevare il problema - continua Luzzi - il 14 gennaio 2024, il facente funzioni Galluzzo ha risposto pubblicamente e tramite social con queste esatte parole rivolte  direttamente a me Ma la circonvallazione di Gerace tu hai dei dati che questa strada sia pericolante? Altrimenti che non se ne parli e che non crei allarmismi inutili alla popolazione” (video visibile sulla pagina social dedicata al gruppo politico dell’amministrazione attuale).

Con questo mio intervento, condiviso e voluto dall’intero gruppo Con Voi per Gerace, chiediamo che si prenda quanto prima provvedimento per risolvere questa urgenza che, ripeto, potrebbe alla luce dei fatti causare gravi danni, anche irreparabili, a persone e cose.

Spero che questa volta la mia segnalazione non venga ignorata solo perché proviene da me, ricordo a tutti che il benessere dei cittadini viene prima di ogni strategia elettorale e di ogni pregiudizio personale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gerace, Luzzi: "Urge intervento strutturale per la circonvallazione"

ReggioToday è in caricamento