rotate-mobile
La svolta

Con la droga sull'autobus, la guardia di finanza arresta giovane ragusano

Il 34enne è finito ai domiciliari, contro di lui un'ordinanza di custodia emessa dal tribunale reggino, sul bus a lunga percorrenza era stato trovato in possesso di tre chilogrammi di hashish per un controvalore di 30 mila euro

I finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria, guidati dal colonnello Maurizio Cinturea, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal tribunale reggino, nei confronti di un trentaquattrenne di Vittoria per traffico di sostanze stupefacenti.

Le indagini sono state avviate nello scorso mese di settembre quando i militari di Villa San Giovanni, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei traffici illeciti, avevano fermato, per un controllo di routine, un pullman proveniente da Napoli e diretto a Catania. Nell’occasione, il cane antidroga aveva fiutato, nel vano portabagagli, uno zaino contenente tre chilogrammi di hashish, sequestrati nei confronti di ignoti.

All’esito dei successivi approfondimenti investigativi, coordinati dalla procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta dal procuratore Giovanni Bombardieri, sono stati individuati due responsabili: un 34enne italiano e una 21enne venezuelana.

Entrambi, fatte salve le necessarie conferme nel prosieguo delle indagini preliminari, sono, allo stato, indagati per la violazione della normativa in materia di sostanze stupefacenti: il primo agli arresti domiciliari, la seconda in stato di libertà. La droga sequestrata, qualora venduta al dettaglio, avrebbe potuto fruttare circa 30 mila euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la droga sull'autobus, la guardia di finanza arresta giovane ragusano

ReggioToday è in caricamento