rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Il fatto

A fuoco parti della palestra dell'Iis Boccioni-Fermi, guai per le società sportive ospiti

Una bravata incivile ha messo fuori uso la strutture dove si allenano molti giovani atleti, che ora chiedono rapido ripristino

Sono ancora in corso di accertamento le cause del rogo che ha messo fuori uso la palestra dell'istituto scolastico Boccioni-Fermi di Reggio Calabria, dove ieri sono andati a fuoco i paracolpi della struttura. Li hanno trovati completamente carbonizzati i tecnici della società di pallavolo femminile Elio Sozzi, che avrebbero dovuto allenarsi nella palestra scolastica secondo l'orario di turnazione con le tante compagini sportive giovanili che utilizzano questo spazio.

Adesso la palestra non è ovviamente disponibile e dovrà essere ripristinata dall'ente di competenza, la città metropolitana. Nel frattempo una nutrita comunità di giovani atleti sarà costretta ad arrangiarsi trovando una sede di fortuna per l'allenamento e spesso anche per l'attività agonistica. Nel caso del volley, che a Reggio soffre una cronica fame di strutture idonee, il problema è serio perché, come spiega Stefania Laurenda, dirigente dell'asd Sozzi, la palestra bruciata è tra le poche con le caratteristiche tecniche per ospitare gare: "Abbiamo già in calendario le semifinali regionali degli under 14, tra pochi giorni, e rischiamo di non poter giocare nel campionato in corso". 

Le prime interlocuzioni con i tecnici del settore 9 della Metrocity hanno rassicurato le varie società sul rapido intervento per l'agibilità della palestra, che è fruita anche da quasi tutte le associazioni del calcio amatoriale. Un problema che ha due facce: da una parte la carenza di strutture pubbliche e i ritardi della realizzazione di quelle programmate, dall'altra la mancata incentivazione delle palestre scolastiche che assolvono a questo impiego sociale, intervento appositamente finanziato nel Pnrr. Il settore della pallavolo, insieme alla Fipav, qualche mese fa aveva animato una protesta pubblica su questo tema dopo aver perso le strutture del Copri e Scopri e del Palloncino, attualmente interessato da lavori di rifacimento e ampliamento.

L'episodio della palestra del Boccioni-Fermi potrebbe essere nato da una deprecabile bravata, e sia nella comunità sportiva che nella scuola resta l'amarezza per un atto incivile ai danni di chi invece opera impegnando i giovani in sport e modelli di vita sani nella pratica agonistica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A fuoco parti della palestra dell'Iis Boccioni-Fermi, guai per le società sportive ospiti

ReggioToday è in caricamento