rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
I controlli / Palmi

Indebita percezione del reddito di cittadinanza, denunciate sei persone

I controlli sono stati effettuati dai carabinieri di Palmi. Le persone finite sotto la lente d'ingrandimento avevano omesso di essere sottoposti a misure cautelari o di essere stati condannati alla pena accessoria dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici

I carabinieri di Palmi hanno denunciato sei persone, già conosciute alle forze dell’ordine, di età compresa tra i 30 e i 60 anni per indebita percezione del reddito di cittadinanza: circa 75mila euro i contributi illecitamente percepiti dal 2019 ad oggi, accertati nel corso delle attività d’indagine dai militari, finalizzate a riscontrare il possesso da parte dei richiedenti dei requisiti previsti dalla normativa vigente.

Nello specifico, dall’esame dei dati documentali acquisiti è stato possibile riscontrare che i soggetti, omettendo volontariamente di dichiarare all’atto della domanda, di essere sottoposti a misure cautelari o di essere stati condannati alla pena accessoria dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici, hanno nel tempo percepito il sussidio fraudolentemente.

Gli esiti dell’attività sono stati segnalati alla procura della Repubblica di Palmi e all’Inps per l’interruzione dell’elargizione del sussidio ed il recupero delle somme indebitamente percepite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indebita percezione del reddito di cittadinanza, denunciate sei persone

ReggioToday è in caricamento