Sabato, 20 Luglio 2024
Cultura

Il Rhegium Julii presenta il nuovo libro "Lingua nova" di Cafarelli

Confermata la sua tendenza a valorizzare la tradizione vernacolare di Nicola Giunta, ma anche la spinta al lirismo con nuove connotazioni linguistiche, ritmiche

E' stato presentato presso il circolo del tennis Rocco Polimeni, il nuovo libro di poesie dialettali "Lingua Nova" del poeta e commediografo Arturo Cafarelli.

L'iniziativa è stata realizzata dal Circolo culturale Rhegium Julii che ne ha curato anche l'edizione. Dopo i saluti del presidente onorario Igino Postorino, l'incontro, molto atteso, è stata introdotta dal presidente del Rhegium Julii Pino Bova che ha evidenziato come questa nuova pubblicazione in vernacolo calabrese di Cafarelli, rappresentano per il territorio reggino segni un vero e proprio punto di svolta.

La serata si è avvalsa dei commenti critici di Caterina Marina Neri e di Elio Stellitano. Quest'ultimo ha evidenziato come "Arturo Cafarelli in questo libro abbia utilizzato il dialetto reggino (la tradizione) ma parlando di argomenti non arcaici anzi attualissimi...diventando il punto di riferimento delle nuove generazioni di poeti che vorranno scrivere nel dialetto reggino".

Per Marina Neri, invece, "il libro è espressione di un "realismo poetico" in cui il lirismo spesso cammina a braccetto con l'ironia ed è proprio questo risultato alchemico a creare la bellezza del verso". Il fine dicitore Pasquale Borruto, alternandosi con l'autore, ha letto alcune liriche del libro approfondendo nei suoi commenti alcuni temi delle stesse poesie. A conclusione dell'incontro sono state declamate alcune pungenti satira sulle contraddizioni della nostra città suscitando nell'attenzione e numeroso pubblico momenti di puro divertimento, ma anche di amara riflessione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rhegium Julii presenta il nuovo libro "Lingua nova" di Cafarelli
ReggioToday è in caricamento