rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
L'episodio / San Pietro di Caridà

Omicidio a San Pietro di Caridà, troupe della Tgr Calabria presa a bastonate: due denunciati

Il giornalista Lorenzo Gottardo ha subito contusioni alle braccia e alle gambe. Danneggiata anche l'auto del service incaricato delle riprese. Lo rendono noto il Cdr della Tgr, l’esecutivo dell’Usigrai e la Fnsi

"Una troupe della Tgr Calabria, inviata a San Pietro di Caridà, in provincia di Reggio Calabria, per seguire gli sviluppi di un omicidio, è stata barbaramente aggredita a bastonate dai parenti della vittima. Il nostro collega Lorenzo Gottardo ha subito contusioni alle braccia e alle gambe. Danneggiata anche l'auto del service incaricato delle riprese". 

E' quanto comunicano con una nota il Cdr della stessa Tgr, l'esecutivo dell'Usigrai e la Fnsi. "Il cdr e tutta la redazione della Tgr Calabria, insieme all'esecutivo Usigrai e alla Federazione nazionale della stampa - si aggiunge nella nota - esprimono solidarietà ai colleghi aggrediti mentre stavano svolgendo il loro lavoro, e condannano duramente questo inqualificabile episodio.

I giornalisti della Tgr Calabria non si fermeranno davanti ad alcuna intimidazione e continueranno a documentare con scrupolo ogni fatto di cronaca per garantire alle cittadine e ai cittadini il diritto a essere informati".

Le indagini dei carabinieri: denunciati due giovani

Due giovani sono stati denunciati in stato di libertà dai carabinieri perché accusati di essere i presunti responsabili dell'aggressione al giornalista della Tgr Calabria Lorenzo Gottardo e ai due operatori che erano insieme a lui. 

L'aggressione era avvenuta stamattina a Dinami, il centro del Vibonese dove vivono alcuni parenti di Domenico Oppedisano, l'operaio boschivo, 24enne, ucciso ieri mattina da persone non identificate nella frazione Prateria di San Pietro di Caridà, in provincia di Reggio Calabria

Il giornalista si era recato insieme alla troupe per raccogliere qualche testimonianza sull'omicidio di Oppedisano. Come scrive l'Ansa: "Alcuni familiari della vittima lo hanno però subito aggredito, intimandogli di allontanarsi e aggredendolo con un bastone".

Dopo la denuncia presentata dal cronista e dai componenti della troupe, sono scattate le indagini dei carabinieri che hanno portato all'identificazione e alla denuncia dei due presunti responsabili dell'aggressione. Secondo quanto riporta ancora l'Ansa, "i due denunciati sono un fratello della vittima ed il fidanzato della sorella dello stesso Oppedisano. I reati che gli vengono contestati sono percosse e minacce aggravate".

La solidarietà della Rai

La direzione della TgR Rai "esprime solidarietà al collega Lorenzo Gottardo della Tgr Calabria e alla sua troupe televisiva, vittime di un'aggressione durante la realizzazione di un servizio nella Piana di Gioia Tauro". 

La direzione, si legge in una nota di Viale Mazzini, "informata dal caporedattore Riccardo Giacoia, ha sentito telefonicamente il collega per sincerarsi delle sue condizioni di salute, che per fortuna sono buone come quelle dell'operatore tv e del suo assistente, e lo ha ringraziato anche perché, nonostante il grave episodio, ha continuato a lavorare, completando il servizio sugli sviluppi di un omicidio. La direzione ribadisce il pieno sostegno alla TgR Calabria che, come tutte le altre redazioni della testata, continuerà a raccontare i fatti del territorio senza farsi intimidire".


    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a San Pietro di Caridà, troupe della Tgr Calabria presa a bastonate: due denunciati

ReggioToday è in caricamento