Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Cambio al vertice della Cisl, il timone passa nelle mani del reggino Luigi Sbarra

Il sindacato prepara la successione di Annamaria Furlan, dopo Pierpaolo Bombardieri da poco alla guida della Uil è il secondo calabrese al timone di una organizzazione confederale nazionale

Luigi Sbarra (foto Cisl)

Dalla "postina di ferro" al leader dei braccianti agricoli della Cisl. Con l'addio di Annamaria Furlan che formalizzerà nel prossimo consiglio generale ai vertici della confederazione di via Po arriva Luigi Sbarra, 62 anni, attuale segretario generale aggiunto.

Sbarra inizia la sua esperienza come operatore territoriale Fisba Cisl, la Federazione dei braccianti agricoli e nell'85 viene eletto Segretario Generale della Fisba di Locri. Dal 1988 al 1993 guida la Cisl del Comprensorio locrideo per poi diventare Segretario Generale della Provincia di Reggio Calabria, dove rimane fino al 2000. In quell'anno arriva al vertice della Cisl Calabria, ruolo che ricopre fino al dicembre 2009, quando è chiamato a Roma per far parte della Segreteria Confederale Nazionale.

Nell'aprile 2016 è eletto Segretario Generale della Fai Cisl Nazionale. Il 28 marzo 2018 è eletto dal Consiglio generale segretario generale aggiunto della Cisl Nazionale con delega alle politiche del lavoro, industria e contrattazione. Nato nel 1960 a Pazzano, in provincia di Reggio Calabria, è sposato, ha due figli, ed è dipendente Anas, distaccato al sindacato.

Con Luigi Sbarra, quindi, la Calabria si ritaglierà un nuovo spazio importante ai vertici delle organizzazioni sindacali dopo che la Uil ha scelto Pierpaolo Bombardieri per la successione di Carmelo Barbagallo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio al vertice della Cisl, il timone passa nelle mani del reggino Luigi Sbarra

ReggioToday è in caricamento