Cronaca Scilla

Scilla, pizzicati in autostrada con 600 mila euro e un coltello nascosti dentro il camion

Alla luce dei fatti, i poliziotti della Stradale hanno sequestrato i soldi e l'arma. I due occupanti dell'autoarticolato, adibito al trasporto di animali vici, sono stati deferiti all'autorità giudiziaria

Oltre seicento mila euro, in contanti, custoditi in sacchetti sottovuoto e un coltello di 18 centimetri. Il "carico", occultato all'interno di un articolato Volvo, adibito per il trasporto di animali vivi, è stato intercettato durante un posto di controllo della polizia stradale sull'autostrada A2 del Mediterraneo, all’altezza della progressiva chilometrica 421+900, carreggiata sud – agro del comune di Scilla. 

A bordo del mezzo, due persone: T.R., 42 anni, conducente, e P.G.C., 31 anni, passeggero e titolare dell'omonima ditta di autotrasporto. Gli agenti della sottosezione autostradale di Palmi, dopo aver effettuato i primi accertamenti al terminale che davano esito positivo per il conducente, segnalato per diversi pregiudizi penali e insospettiti da un'ingiustificata insofferenza, mostrata dai due camionisti, hanno effettuato prima una perquisizione personale, estesa, poi, al complesso veicolare. 

La scoperta

Nel vano, situato nella parte alta della cabina dell’autista, i poliziotti hanno scoperto un coltello con manico in legno e lama di 18 centimetri, mentre al di sotto del materasso della lettiga, adibita al riposo degli occupanti, abilmente nascoste e senza che si notasse alcun rialzo, sono stati "scovati" vari sacchetti sottovuoto, contenenti un ingente quantitativo di denaro per un valore di 599.960,00 euro.

Inoltre, dalla perquisizione personale, invece, eseguita nei confronti degli occupanti sono stati trovati all’interno della tasca dei pantaloni di P.G.C., la somma di 4.100 euro che aggiunta alla somma rinvenuta a bordo del complesso veicolare, raggiunge un importo complessivo pari a 604.060,00 euro. 

"Le perquisizioni sul posto - spiegano dalla Polstrada- sono state eseguite alla presenza costante dei due soggetti, con l’ausilio anche di personale della squadra cinofili della Questura di Reggio Calabria". Di comune accordo con la Procura della Repubblica, il personale di polizia giudiziaria e dei reparti dipendenti ha perquisito anche il domicilio di entrambi, che ha dato esito negativo.

Alla luce dei fatti, i poliziotti hanno messo sotto chiave il denaro e il coltello e denunciato all'autorità giudiziaria i due occupanti dell'autoarticolato per i reati di riciclaggio e per possesso ingiustificato dell’ingente quantitativo di denaro e ingiustificata detenzione di armi od oggetti atti ad offendere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scilla, pizzicati in autostrada con 600 mila euro e un coltello nascosti dentro il camion

ReggioToday è in caricamento