Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Munizioni nascoste dietro una catasta di legna, rinvenute e sequestrate dai Carabinieri

I militari del comando provinciale a Seminara hanno trovato oltre 650 proiettili e cartucce per pistole e fucili, il munizionamento sarà verificato dagli specialisti del Ris di Messina

Le munizioni sequestrate a Seminara

I carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, guidati dal colonnello Marco Guerrini, hanno rinvenuto e sequestrato un deposito clandestino di munizioni. All’interno del nascondiglio, scoperto a Seminara, i militari hanno trovato oltre 650 proiettili e cartucce per fucili e pistole.

Nei giorni scorsi, a Palmi, gli uomini dell'Arma sono stati impegnati in mirati servizi volti al contrasto dell’illecita detenzione di armi, munizioni e droga che, come da consolidata prassi in uso tra la criminalità operante nel reggino, vengono abitualmente occultati all’interno di fondi agricoli e abitazioni, per essere poi recuperati al momento del bisogno.

In tale quadro, i militari della compagnia supportati dallo squadrone Cacciatori di Calabria, hanno effettuato perquisizioni presso vari terreni ed abitazioni dell’area. In particolare, a Seminara, gli uomini dell’Arma, hanno rinvenuto all’interno di un rudere abbandonato, celato da una catasta di legno, un deposito clandestino ove erano occultate oltre 650 munizioni per fucili e pistole di vario calibro, tutte di provenienza illecita e, verosimilmente, provento di furti o rapine commessi da soggetti appartenenti alla locale criminalità organizzata. Le munizioni, una volta recuperate dai carabinieri, sono state sequestrate e custodite in attesa degli ulteriori accertamenti del caso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Munizioni nascoste dietro una catasta di legna, rinvenute e sequestrate dai Carabinieri

ReggioToday è in caricamento