Cronaca

Truffa dei falsi testamenti, avviso di garanzia per sei villesi

Il raggiro è stato scoperto dalla Procura di Milano ed i reggini indagati dovranno difendersi dalle accuse di truffa aggravata, falsità in testamento, falso ideologico e falso materiale in atto pubblico

Sono villesi i sei indagati

Sei avvisi di garanzia ad altrettanti villesi. E' questa la scelta della Procura di Milano che, in queste ore, ha chiuso il cerchio di un’inchiesta sulla “truffa dei falsi testamenti”. Un raggiro che aveva come contro valore economico due milioni e mezzo di euro per tre assi ereditari. Agli indagati i pm milanesi hanno contestato i reati di truffa aggravata, falsità in testamento, falso ideologico e falso materiale in atto pubblico.

L’avviso di garanzia è stato notificato all’avvocato penalista G. M. e con lui, in qualità di beneficiari, M. B. e D. B., F. C., B. R. e C. P.. La vicenda ha dell’incredibile: riuscendo a individuare (gli inquirenti adesso stanno verificando con che modalità e se vi siano complici e ulteriori responsabilità) soggetti proprietari di patrimoni sostanziosi deceduti senza eredi, gli indagati presentavano alla curatela ereditaria un testamento redatto presso un notaio statunitense con cui venivano nominati eredi. Il curatore ha avuto qualche dubbio e così l’artificio è venuto a galla: è stato a Vicenza prima, e così è stato a Milano ieri. Agli indagati, infatti, è stato notificato il decreto di sequestro preventivo d’urgenza dell’eredità con cui si è disposta anche la perquisizione domiciliare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dei falsi testamenti, avviso di garanzia per sei villesi

ReggioToday è in caricamento