Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giorno della proclamazione, il sindaco Falcomatà: "Inizia il secondo tempo" |VIDEO

La cerimonia è avvenuta in piazza Italia alla presenza della commissione elettorale presieduta dal magistrato Giuseppe Campagna. Resi noti i dati ufficiali del risultato elettorale: il sindaco ha ottenuto 44.070 voti validi, pari al 58,36%

 

Giuseppe Falcomatà è stato proclamato sindaco di Reggio Calabria per la seconda volta. La cerimonia è avvenuta in piazza Italia al cospetto di Palazzo San Giorgio alla presenza della commissione elettorale centrale presieduta dal magistrato Giuseppe Campagna.  Dopo la comunicazione dei dati ufficiali del risultato elettorale : Falcomatà ha ottenuto 44.070 voti validi, pari al 58,36%

"Sono molto più emozionato rispetto al 2014 - ha esordito il sindaco - è stata una campagna elettorale molto dura, sofferta, per tutti. Per le nostre famiglie, per i candidati, per i cittadini. Ringrazio tutti, sia chi ci ha dato fiducia, sia chi ha votato altre compagini politiche - ha aggiunto Falcomatà - ognuno è stato da stimolo costante per darci forza e farci vedere le cose che non andavano e che dovremmo modificare.

Come ho detto, è la vittoria di Reggio Calabria della consapevolezza, della maturita', dell'identità e del senso di appartenenza a questa città. Sento il peso di una forte responsabilità perchè la sfida che ci aspetta riguarda il futuro di Reggio.  E' iniziato il secondo tempo e il meglio deve ancora avvenire".

All'insediamento erano presenti, tra gli altri, i neo consiglieri comunali eletti e gli assessori uscenti. Adesso grande attenzione è rivolta alla composizione della giunta: "Ci sarà - ha affermato il sindaco - un mix di assessori interni che provengono anche da quella che è la condivisione coi partiti, i movimenti e la coalizione e naturalmente si guarderà all'esterno, nelle espressioni civiche, attive e produttive della città. Le parole d'ordine devono essere quelle della condivisione e delle scelte e del metodo di farle".

La giornata si è conclusa con una visita inaspettata per Falcomatà. A congratularsi in piazza anche Antonino Minicuci. Stretta di mano tra i due e una promessa dell'ex candidato scelto dalla Lega: "Mi fermo per dare una mano alla città". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ReggioToday è in caricamento