rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Eccellenze reggine

Studentessa del Carducci- V. Da Feltre vince le Olimpiadi di astronomia

Roberta Fiordaliso, della 3^B, ha primeggiato nella categoria Junior 1, l’unica dedicata ai ragazzi che frequentano l’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado. La soddisfazione del dirigente Barberi

La tredicenne Roberta Fiordaliso, giovane studentessa dell’Istituto comprensivo Carducci – V. Da Feltre di Reggio Calabria, ha vinto la XX edizione delle Olimpiadi Italiane di Astronomia nella categoria Junior 1, l’unica dedicata ai ragazzi che frequentano l’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado.

La finale della competizione nazionale quest’anno si è svolta dal 3 al 5 maggio presso il liceo classico Tommaso Campanella di Reggio Calabria. Roberta, che frequenta la classe 3^B dell’Istituto comprensivo Carducci – V. Da Feltre, ha raggiunto questo traguardo dopo aver superato brillantemente la fase di preselezione e la fase interregionale, che si sono svolte rispettivamente lo scorso 11 dicembre e lo scorso 24 febbraio.

La gara finale consisteva in una prova teorica, da svolgere mediante la risoluzione di problemi di astronomia, astrofisica, cosmologia e fisica moderna, e in una prova pratica, che prevedeva un’analisi di dati astronomici.
La tredicenne è stata premiata, insieme ad altri quattro allievi, dalle più alte cariche della Società Astronomica Italiana, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e del ministero dell’Istruzione, ricevendo una medaglia intitolata all’astrofisica Margherita Hack.

I giovani studenti dell’istituto reggino, guidati dai docenti Caterina Vazzana e Giuseppe Laganà, si sono approcciati a questa disciplina non curriculare con entusiasmo e curiosità. "L’astronomia, infatti, -spiegano dall'istituto - rappresenta un veicolo che avvicina gli allievi allo studio delle scienze in quanto esercita sui giovani un fascino e un’attrazione particolare. L’obiettivo del percorso di approfondimento avviato dal Carducci – Da Feltre, quindi, è rendere l’astronomia uno strumento per introdurre in modo più agevole e interessante molta parte della fisica, della
matematica e di altre discipline".

A seguire gli studenti in tutte le fasi della competizione anche la professoressa Angela Misiano, responsabile scientifico del Planetario Pythagoras di Reggio Calabria. "La vittoria di Roberta – afferma il dirigente scolastico Sonia Barberi – ci riempie d’orgoglio e testimonia ancora una volta l’elevata qualità dell’offerta formativa del nostro Istituto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studentessa del Carducci- V. Da Feltre vince le Olimpiadi di astronomia

ReggioToday è in caricamento