Mercoledì, 17 Luglio 2024
Confindustria

Falcomatà a Confindustria: "I concorsi consentiranno a molti giovani di lavorare per il proprio territorio"

Incontro con il ministro Zangrillo nella sede degli industriali reggini: "Sulla digitalizzazione abbiamo investito 23 milioni di fondi comunitari"

"Quale migliore occasione della presenza del ministro Zangrillo in città, per dire che finalmente dopo anni di blocco del turnover, di ristrettezze economiche, Città metropolitana e Comune sono ripartiti con i concorsi pubblici per un totale di circa 400 unità.

Concorsi pubblici che non soltanto andranno a rinnovare la macchina amministrativa, ma soprattutto consentiranno a tantissimi giovani, diplomati e laureati, professionisti del nostro territorio di fare quello che a mio avviso è la cosa più bella che possa esistere: lavorare per il proprio territorio, mettersi al servizio della propria città".

Così il sindaco di Reggio Calabria e della Città metropolitana Giuseppe Falcomatà, confrontandosi oggi con il ministro della Pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo, nel corso di un incontro con Confindustria reggina, dal tema "semplificazione e digitalizzazione".

"Siamo pienamente consapevoli – ha aggiunto Falcomatà - che questi numeri non bastano per rendere pienamente efficiente ed efficace la macchina amministrativa. Ecco perché ho chiesto al ministro Zangrillo di valutare la possibilità di un sostegno economico che possa consentire di scorrere, ancora di più, quelle graduatorie e rinforzare la flotta amministrativa di giovani professionisti".

"I concorsi – ha ricordato - li abbiamo fatti con nostre risorse, ma credo che il governo abbia la possibilità di investire sul Sud, di pensare a un grande piano di assunzioni straordinario per il Mezzogiorno, perché ad oggi gli Enti locali, sono ancora la più grande impresa esistente sul territorio".

"Il confronto con il ministro Zangrillo – ha evidenziato il primo cittadino - è stata anche l’occasione per presentare il risultato sulla digitalizzazione, messa in campo in questi anni dal Comune Reggio Calabria per circa 23 milioni di investimenti, su risorse esterne all’Ente, comunitarie.

Abbiamo quindi sovvertito una narrazione, ed era importante dirlo alla presenza del ministro, che le risorse comunitarie, quando arrivano al Mezzogiorno, in Calabria poi non vengono spese e vengono restituite. Questo non è avvenuto, come non è avvenuta per l’altra misura, sul sostegno all’impresa, sull’economia circolare, sull’impresa turistica e questo ha consentito, ad esempio, a 35 aziende del nostro territorio – ha concluso Falcomatà - di approfittare degli incentivi di 4 milioni di euro, messi in campo dalla città di Reggio Calabria per l’innovazione a supporto dell’imprese turistiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falcomatà a Confindustria: "I concorsi consentiranno a molti giovani di lavorare per il proprio territorio"
ReggioToday è in caricamento