menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, nuova ordinanza di Spirlì: Careri entra in zona rossa e proroga per Delianuova

Il provvedimento si è reso necessario considerato l'incremento dei casi positivi. Le misure entrano in vigore dall'1 al 13 maggio per Careri, fino al 7 per Delianuova. Alle superiori attività in presenza al 50%

Nell’ambito delle misure di contrasto al Covid, il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha firmato una nuova ordinanza che dispone la “zona rossa” nel Comune di Careri e la proroga della stessa disposizione (prevista dall’ordinanza n. 27 del 19 aprile scorso), per quello di Delianuova.  Per quanto riguarda Careri, le misure si applicano dalle ore 5 dell’1 maggio 2021 a tutto il 13 maggio 2021 mentre a Delianuova sono invece prorogate per altri 7 giorni, senza soluzione di continuità e fino a tutto il 7 maggio prossimo.

L'aumento dei nuovi casi

Il provvedimento è stato adottato perché, si legge nell’ordinanza, "il dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria ha comunicato che nel Comune di Careri, negli ultimi 14 giorni (13-27 aprile 2021) si è registrato un incremento di oltre il 60% di nuovi casi confermati, raggiungendo un totale di 52 casi attivi rispetto ad una popolazione di 2.350 residenti".

Nel Comune di Delianuova, invece, "permane, negli ultimi 14 giorni, un’incidenza rispetto ai soggetti residenti ampiamente superiore al valore di allerta, registrando ulteriori 148 nuovi casi, per un totale di 244 casi attivi e, pertanto, si propone un prolungamento delle misure di mitigazione, in detto territorio".

Le scuole

"Nei Comuni di Careri e Delianuova – è specificato ancora –, sono limitate a non più del 50% della popolazione studentesca le attività scolastiche e didattiche, in presenza, della scuola secondaria di secondo grado, fermo restando quanto previsto all’art. 1 comma 3 del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52. Resta ferma la possibilità, per i Comuni – riporta il provvedimento –, di intervenire con l’adozione di ulteriori provvedimenti in relazione alla situazione epidemiologica caratterizzante il singolo territorio di riferimento, nel rispetto del principio di proporzionalità e adeguatezza correlato al rischio da fronteggiare".

Il monitoraggio

"Il dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale competente – è infine sottolineato –, procede al costante monitoraggio della situazione epidemiologica locale, segnalando tempestivamente all’Unità di crisi regionale, ogni variazione significativa intervenuta. A seguito di ulteriori sviluppi della situazione epidemiologica locale e regionale, le disposizioni fissate nella presente ordinanza potranno essere rimodulate".

Scarica e leggi l'ordinanza completa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Esaltare I tratti del viso? La risposta è il contouring

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento