rotate-mobile
L'anticipazione

Il docufilm su Gianni Versace arriva nei cinema, sarà nelle sale a fine gennaio

Dopo l'anteprima di Torino, L'imperatore dei sogni di Mimmo Calopresti è pronto per la prova del grande pubblico e si attende anche l'evento a Reggio

Non è stata resa ancora nota la data ufficiale di uscita nelle sale, ma i rumors circolati dopo l'anteprima a Torino annunciano per la fine di gennaio o al massimo l'inizio di febbraio l'arrivo al cinema di "Gianni Versace L'imperatore dei sogni". Dopo aver conquistato pubblico e critica al festival piemontese, il docufilm di Mimmo Calopresti dedicato al grande stilista reggino ora è pronto per esordire nelle sale cinematografiche. E se davvero l'uscita fosse imminente, sarebbe la prova della fine delle presunte ostilità tra il regista e Santo Versace, coinvolto nel progetto con la sua casa di produzione Minerva Pictures e al centro della misteriosa incompresione che portò al ritiro dell'invito per il film alla Festa di Roma. 

Non è mai stato chiarito (per un coriaceo no comment degli interessati) il motivo di quel dietrofront da parte dell'imprenditore, avvenuto quando il docufilm ultimato era ben noto a Santo Versace, avendo lui partecipato attivamente alla lavorazione seguendone tutte le fasi. Ma già a Torino Calopresti aveva spiegato che il clima si era disteso, imputando la reazione di Versace all'emotività legata alla narrazione della sua famiglia e soprattutto della tragica fine del fratello. Una versione diversa da quella che a caldo il regista aveva dato sul caso Roma: allora disse infatti che Versace aveva intenzione di realizzare un altro film sullo stesso tema, tratto dal suo libro autobiografico, e per questo vedeva il materiale d'archivio presente nell'Imperatore dei sogni come qualcosa che potesse 'bruciare' il suo progetto. 

Minerva continua ad avere voce in capitolo sul destino distributivo del film, insieme al produttore QualityFilm con Amedeo Letizia e Mariella Li Sacchi, e l'esordio nelle sale nelle prossime settimane è sicuramente una bella notizia che sancisce la pace tra Santo e Mimmo. Fa però riflettere che dopo lo scontro su Festa di Roma Versace non abbia mai più nominato il docufilm di Calopresti nelle tante occasioni pubbliche come la celebrazione dei 70 anni di Minerva, attività della fondazione benefica creata con la moglie Francesca de Stefano e neanche nella lunga intervista rilasciata qualche giorno fa al Corriere della Sera. Da parte sua non rilascia dichiarazioni in merito neanche Gianluca Curti, ad di Minerva, il quale però telefonicamente ha ribadito che il gruppo non è uscito dal progetto.

Vicino anche l'evento di presentazione del docufilm a Reggio Calabria

Nei credit della locandina del docufilm però il nome della società è scomparso, mentre c'è ancora quello della Calabria Film Commission, che ha sostenuto il lavoro di Mimmo Calopresti e dopo l'anteprima torinese sta preparando un evento di presentazione a Reggio Calabria, che è stata set del docufilm. Il pubblico calabrese finora ha potuto vedere solo qualche spezzone dell'Imperatore dei sogni, a Roccella jonica in occasione del Gelsomini Film Festival con il regista. Ma la città dove nacque Gianni Versace è cruciale nella storia dell'Imperatore dei sogni perché oltre a raccontare gli anni in cui lo stilista conobbe la moda grazie al lavoro della madre sarta, trova la genesi del suo talento nell'ispirazione geografica e culturale del territorio. Per questo (e l'intenzione è stata dichiarata proprio dal regista) è un doveroso omaggio presentare il film con una proiezione speciale a Reggio, presumibilmente nel periodo in cui l'opera arriverà nelle sale. Il vero scoop sarebbe la presenza a sorpresa anche di Santo Versace, che resta affettivamente legato alla sua città, dove a dicembre ha voluto festeggiare il suo 79esimo compleanno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il docufilm su Gianni Versace arriva nei cinema, sarà nelle sale a fine gennaio

ReggioToday è in caricamento