Pubblicazioni di matrimonio: come si chiedono a Reggio Calabria

L'iter e i documenti da presentare per le pubblicazioni di matrimonio. Scopri cosa fare e a chi rivolgersi

Se avete deciso di convolare a nozze e non sapete da dove cominciare, sicuramente il primo passo da fare è quello di richiedere le  pubblicazioni di matrimonio . La pubblicazione va richiesta all'Ufficio di Stato Civile del Comune dove ha la residenza uno dei futuri sposi, anche in caso di matrimonio religioso valido agli effetti civili.

Le tre fasi delle pubblicazioni di matrimonio

Avvio della pratica di matrimonio 

Nel caso in cui i futuri sposi intendano organizzare un matrimonio civile, la richiesta delle pubblicazioni deve essere effettuata da entrambi presentandosi personalmente all'Ufficio di Stato Civile. Nel caso di matrimonio religioso questi devono invece presentare la richiesta del parroco o del ministro di culto. Sarà l’ufficio a stabilire  in base alle date disponibli e alle esigenze di servizio, la data per effettuare le pubblicazioni.  E’ opportuno sapere che chi richiede la pubblicazione deve dichiarare il nome, il cognome, la data e il luogo di nascita, la cittadinanza degli sposi, il luogo di loro residenza, la loro libertà di stato. L’ufficiale di stato civile deve verificare l’esattezza delle dichiarazioni secondo l’articolo 51 del D.P.R. 396/2000.

Documenti necessari 

La documentazione necessaria a comprovare l'esattezza delle dichiarazioni è acquisita d'ufficio presso i comuni di nascita e di residenza. Nel giorno stabilito, i futuri sposi dovranno presentarsi personalmente con la documentazione richiesta oppure, tramite procura speciale, potranno delegare ad altri la sottoscrizione del relativo verbale così come preventivamente concordato con l’ufficiale di stato civile. Questi dovranno presentare la richiesta di pubblicazioni sottoscritta da uno o entrambi gli sposi  accompagnata  dalla seguente documentazione: fotocopia del documento di identità, fotocopia del codice fiscale di entrambi gli sposi.

Esposizione pubblicazioni 

Una volta acquisiti tutti i documenti l'ufficiale dello Stato Civile trasmetterà la pubblicazione all'Albo Pretorio. La pubblicazione sarà visibile online accedendo al sito "Albo pretorio" specificando settore "demografici", tipo di atto "pubblicazioni" , indicando nella ricerca l’anno . L'ufficiale dello Stato Civile richiederà analoga procedura al comune di residenza dello/a sposo/a se diverso da Reggio Calabria. Le pubblicazioni saranno pubblicate , nei siti internet dei Comuni di residenza di entrambi gli sposi, per almeno 8 giorni interi.   Superati i tre giorni , se non vi è alcuna opposizione si  potrà procedere alla celebrazione del matrimonio, che dovrà avvenire entro  180 giorni dalle pubblicazioni.
 

Celebrazione matrimonio religioso o civile 

Nel caso di matrimonio religioso gli interessati dovranno ritirare il  nulla osta alla celebrazione, da consegnare al parroco o al ministro di culto. Il certificato di eseguite pubblicazioni/nulla osta al matrimonio religioso valido agli effetti civili può essere rilasciato a partire dal quarto giorno successivo alle pubblicazioni. Nel caso in cui il matrimonio civile dovesse avvenire in un comune diverso da quello di residenza degli sposi, questi dovranno richiedere la delega.

A chi rivolgersi per avviare la pratica

Ufficio Matrimoni, Via Torrione Prolungamento 2/N, Reggio Calabria.
 
Link utili

Comune di Reggio Calabria

Modello richiesta pubblicazioni

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guido Longo verso la Calabria, primo obiettivo: riaprire gli ospedali chiusi

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Qualità della vita, Reggio Calabria scala la classifica e conquista il 78esimo posto

  • Reggio e la Calabria in zona arancione da domenica 29 novembre: ecco cosa cambia

  • Ospedali e Covid, l'allarme di Amodeo: "Asp reggina impermeabile a ogni proposta"

  • Maltempo, il vento soffia su Reggio: albero si abbatte nel parcheggio del Cedir

Torna su
ReggioToday è in caricamento