rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Palazzo San Giorgio

Consiglio comunale, Ripepi: "Reggina e aeroporto gioielli da difendere"

Il consigliere comunale sulla questione del Tito Minniti evidenzia che il "Comune poteva fare abbattere il torrino"

Nell'aula Battaglia di Palazzo San Giorgio il consigliere Ripepi interviene in consiglio comunale  per parlare di Reggina e anche della questione Aeroporto dello Stretto. “La questione della Reggina ci vede tutti coinvolti, non solo i tifosi, ma la squadra in sé rappresenta una parte di noi, una parte della città. E secondo me questo è un momento dove l’identità reggina deve essere forte per difendere la nostra città da attacchi esterni che arrivano da tutte le parti. La Reggina è un bene di tutti, che rappresenta ogni cittadino”, ha esordito Ripepi.

“Per me, da questo momento Saladini sarà un “osservato speciale” e dovrebbe esserlo per tutta l’amministrazione comunale, anche in virtù di tutte le promesse disattese che ci ha fatto. Quando arrivò Saladini avevo già qualche dubbio, pensavo ‘come mai un imprenditore di Lamezia viene a salvare la Reggina? Forse viene a fare affari? Probabilmente è stato così. Tutti noi siamo responsabili delle sorti del club amaranto e dobbiamo vegliare su cosa accade. Invito, dunque, tutto il Consiglio a tenere una posizione di prudenza ma nello stesso tempo di grande attenzione. Allo stesso modo chiedo al sindaco di essere parte attiva rispetto alla questione: al di là delle funzioni istituzionali, il primo cittadino deve prendersi il carico di rappresentare la città e i cittadini”.

Il consigliere Ripepi passa poi alla questione del Tito Minniti:  “Siamo stati a Lamezia per dire che noi siamo Reggio Calabria e non possiamo essere presi in giro da nessuno. Una cosa il Comune poteva fare: abbattere il torrino! Ecco perché poi non avete titolo a parlare quando scaricate la colpa sulla Regione. Questa operazione ci farebbe guadagnare  350 metri di pista che sono una delle due limitazioni che impediscono l’atterraggio di molti aerei! Almeno cercate di dimostrare che quel poco che potete fare, ora, lo fate! Questa è una questione dove dobbiamo tutti quanti essere uniti!”.

 “Lo chiedo da uomo libero e senza colori di partito, - ha continuato Ripepi - e l’ho dimostrato andando a Lamezia e prendendo una posizione diversa dal Centro destra a partire da Francesco Cannizzaro, l’unico che ha fatto qualcosa per questa città, a Tilde Minasi, a Nicola Irto, ai deputati e ai senatori e a tutti quelli che rappresentano l acittà: cambiate il Piano nazionale degli aeroporti, affinché l’aeroporto di Reggio possa divenire da “interesse nazionale” ad “interesse strategico” rispetto all’Area dello Stretto e adoperiamoci per chiedere una società di gestione autonoma reggina”.

“In particolar modo mi rivolgo al sindaco, con il potere che ha da facente funzioni, fai tutto quello che puoi per salvare il Tito Minniti e fai in modo che qua dentro, nel senato della città, si possa discutere a viso aperto, davanti alla cittadinanza, di queste cose. Basta fare il gioco delle tre carte!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, Ripepi: "Reggina e aeroporto gioielli da difendere"

ReggioToday è in caricamento