Lunedì, 22 Luglio 2024
L'augurio

Consiglio regionale, Mancuso: "Nel 2024 sia reso efficace ogni strumento per fermare la violenza alle donne"

Per il presidente: "Ogni istituzione ha il dovere di trasformare la solidarietà alle donne in azioni tangibili e ferme”

“Il 2024 segni uno spartiacque decisivo sulla violenza alle donne che, da Nord a Sud, vede uomini accecati da una possessione  patologica trasformarsi in assassini. L'amore, come ha detto il presidente Mattarella, non è 'egoismo, possesso, dominio, malinteso orgoglio, ma  dono, gratuità, sensibilità'",  afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria Filippo Mancuso.

"Pertanto ogni soggetto da cui dipende la prevenzione, - continua Mancuso - si adoperi per fermare lo stillicidio quotidiano che colpisce la donna nel corpo e nella dignità. L’auspicio è che nel 2024 non ci si appelli più alle attenuanti sociologiche o alle sovrapposizioni di competenze che, mentre si elidono, consentono al maschio rancoroso di privare la donna della libertà. Il pacchetto di misure disposte di recente dal Parlamento, sia messo in atto e monitorato negli effetti. E ogni agenzia formativa, dalla famiglia alle scuole di ogni ordine e grado, riservi spazio al valore del rispetto della persona umana".

"Ognuno faccia la propria parte contro questa barbarie.  La conferenza dei presidenti dei Consigli regionali ha pianificato una campagna di comunicazione e  nel 2024 promuoverà una serie di iniziative in cinque date simboliche. Questa presidenza - spiega Mancuso - conta di approvare un Protocollo d’intesa tra l’Osservatorio sulla violenza di genere e l’Aterp, Azienda sull’edilizia residenziale pubblica della Regione, per offrire soluzioni alloggiative alle donne vittime di violenza e ai loro figli, prevedendo la loro collocazione e il recupero di una quotidianità lontana dagli abusi".

"L’obiettivo è mettere a sistema un percorso virtuoso, per scongiurare tragedie familiari e dare continuità all'azione a tutela delle donne. Ogni istituzione - conclude il presidente del Consiglio regionale della Calabria - ha il dovere di trasformare la solidarietà alle donne in azioni tangibili e ferme”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale, Mancuso: "Nel 2024 sia reso efficace ogni strumento per fermare la violenza alle donne"
ReggioToday è in caricamento