rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Mobilità e trasporti

Ferrovie, Occhiuto soddisfatto dei 13 miliardi investiti in Calabria

Gli interventi principali sono stati presentati a Roma dal presidente della Regione e dall’amministratore delegato del gruppo Fs Italiane Luigi Ferraris

Soddisfazione del governatore calabrese Roberto Occhiuto per gli investimenti programmati nella regione dal gruppo Fs Italiane, pari a 13,4 miliardi di euro. I principali interventi sono stati presentati oggi a Roma, nella sede centrale in piazza della Croce Rossa, con Occhiuto, l'amministratore delegato Luigi Ferraris e il vicepresidente del consiglio e ministro delle infrastrutture e dei trasporti Matteo Salvini, intervenuto in videocollegamento

Si tratta di interventi di elettrificazione e potenziamento delle infrastrutture ferroviarie e stradali, nuovi treni regionali per abbassare l’età media della flotta, collegamenti Intercity con convogli ibridi e riqualificazioni di stazioni e aree urbane. Le ingenti risorse di 13,4 miliardi di euro serviranno a rendere la regione Calabria più connessa, moderna e competitiva, un investimento previsto dal piano industriale del gruppo ma possibile anche grazie ai fondi del Pnrr. Gli interventi riguarderanno tutti i poli di business (infrastrutture, passeggeri, urbano e logistica), e punteranno ad affermare il ruolo strategico per l’Italia e l’Europa di un territorio al centro dei collegamenti tra Mediterraneo e continente, contribuendo a ridurre il gap infrastrutturale tra sud e nord.

Le azioni previste per le infrastrutture sulle linee jonica e Salerno-Reggio

Le principali azioni toccheranno le infrastrutture e comprenderanno interventi per la linea ferroviaria jonica, interessata da interventi volti all’elettrificazione, ad aumentarne l’affidabilità e la velocizzazione; la linea ferroviaria Salerno-Reggio Calabria, collegamento che consentirà di portare l’alta velocità in aree ad elevata valenza economica e turistica e di velocizzare gli itinerari verso le città già servite dall'Av e, per quanto riguarda le strade gestite da Anas, la Ss106 Jonica, l’autostrada A2 e il completamento della Ss 182.

Importante è la realizzazione della galleria Santomarco, che consentirà di collegare Cosenza alla rete Av, a prescindere dal tracciato che verrà seguito, nonché il completamento dell’iter autorizzativo, 2 o della progettazione a seconda dei casi, dei diversi lotti della Av fino a Reggio Calabria. Attenzione rivolta anche verso le stazioni ferroviarie, attraverso un piano dedicato con l’obiettivo di migliorarne la funzionalità e il decoro, abbattere le barriere architettoniche per il miglioramento dell’accessibilità al treno, potenziare l’informazione al pubblico. Verrà inoltre realizzato il nuovo posto centrale di Reggio Calabria”, situando il nuovo controllo e comando circolazione ferroviaria dell’intero meridione.

Prosegue anche il piano di eliminazione dei passaggi a livello: ad oggi sono in corso lavori per la soppressione di 11 passaggi a livello, mentre per altri 21 sono in corso gli studi e le progettazioni.

Le novità per il comparto passeggeri con il rinnovo dei treni regionali

Entro il 2025, più del 50% dei treni regionali sarà rinnovato con un’età media che passerà dai 29 anni del 2018 ai 9 nel 2026. La Calabria è stata scelta come regione pilota nella sperimentazione dei carburanti alternativi: già dall’estate scorsa su alcune linee viaggiano cinque treni, tra cui il nuovissimo treno regionale ibrido Blues, alimentati con biocarburante Hvo fornito da Eni. Per l’offerta di media e lunga percorrenza, sono attualmente 16 i collegamenti Frecce di Trenitalia da e per la Calabria con fermata in 10 stazioni, mentre sono 25 i collegamenti Intercity da e per la Calabria (di cui due periodici), oltre ai 4 collegamenti bus. Nei primi mesi del 2024, saranno presentati i treni Intercity ibridi per i collegamenti sulla linea Reggio Calabria-Taranto.

Rigenerazione urbana delle aree ferroviarie dismesse e intermodalità

La rigenerazione urbana delle aree ferroviarie dismesse e di futura dismissione vedrà protagonista il polo urbano di Fs. I progetti mirano allo sviluppo delle città attorno alle stazioni e allo sviluppo di interventi per l’autoproduzione di energia da fotovoltaico. Il polo logistica di Fs si concentrerà sul potenziamento dei terminali per la creazione di nuovi hub intermodali. A inizio novembre è entrata a far parte del polo anche Bluferries, società del gruppo Fs che si occupa del traghettamento dei passeggeri e dei mezzi di trasporto nello Stretto di Messina. Inoltre, il polo logistica è presente in Calabria con Mercitalia Rail, con oltre 1.100 treni l’anno da e verso i principali impianti calabresi e ulteriori 5.800 treni da/per Villa San Giovanni verso la Sicilia, e Mercitalia Shunting & Terminal, società specializzata nella gestione delle manovre ferroviarie di ingresso e uscita dai porti e terminal.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovie, Occhiuto soddisfatto dei 13 miliardi investiti in Calabria

ReggioToday è in caricamento