Lunedì, 15 Luglio 2024
Le decisioni

Disco verde della giunta per il Dsl sistema integrato di educazione e istruzione

Dalla riunione dell'esecutivo regionale c'è l'ok anche all'accordo per il potenziamento dei Cpi e al programma di attività per la forestazione

La giunta della Regione Calabria, nella riunione di ieri, allo scopo di fronteggiare le numerose criticità idrauliche e idrogeologiche che interessano il territorio calabrese, su indicazione del presidente Occhiuto, ha approvato l’atto di indirizzo per la programmazione e la realizzazione di interventi finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico e da erosione costiera e al ripristino della funzionalità delle opere esistenti.

Su proposta congiunta del presidente Occhiuto e della vicepresidente Giusi Princi, la giunta ha, poi, approvato il disegno di legge recante "disposizioni per il sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita ai sei anni", attraverso cui viene abrogata la legge regionale n. 15 del 2013.

Si tratta, spiegano dalla Regione, "di una legge strutturale e significativa dato che in Calabria la povertà educativa territoriale legata all’infanzia è uno dei gap da colmare: solo il 3% di bambini e di bambine usufruisce di asili nido o servizi educativi per l’infanzia.

Pertanto l’obiettivo del disegno di legge, che consta di 28 articoli e che dovrà essere approvato in Consiglio regionale, è di definire il sistema integrato per conseguire la continuità del percorso educativo dallo zero ai sei anni, attraverso il potenziamento dei servizi di nido, micro nido, sezioni primavera, servizi integrativi per l’infanzia. Il fine è anche quello di consolidare e ampliare l'offerta del numero dei posti per il progressivo raggiungimento della copertura del 33% della popolazione nella fascia di età zero tre anni, così da ridurre il gap esistente con le altre regioni, attraverso la ridefinizione dei requisiti strutturali ed organizzativi.

È previsto, altresì, il miglioramento della qualità del sistema attraverso la formazione permanente di tutto il personale in servizio. Inoltre, il nuovo disegno di legge - che è stato condiviso con il tavolo di lavoro appositamente istituito presso il Dipartimento istruzione, formazione e pari opportunità, nonché con l'Anci e gli ambiti territoriali sociali, nel rispetto dei principi di sussidiarietà e d'integrazione - si propone di realizzare una governance di sistema tra Regioni, Comuni ed Ufficio scolastico regionale, con azioni di raccordo e collaborazione interistituzionale, in continuità del percorso già avviato con i Protocolli d'intesa sottoscritti tra Regione, Usr e Anci".

L’esecutivo, su indicazione dell’assessore regionale al lavoro e formazione professionale, Giovanni Calabrese, ha inoltre deliberato lo schema di accordo per la realizzazione dell'intervento 1.1 riguardante il Piano di potenziamento dei centri per l’impiego.

L’accordo è da sottoscrivere tra l’unità di missione per l’attuazione degli interventi Pnrr presso il ministero del lavoro e delle politiche sociali (Mlps), la direzione generale delle politiche attive del lavoro del Mlps e la Regione Calabria.

Il piano, finanziato con fondi del Pnrr per 10.593.900,48 di euro, più altri 55.485.315,98 di fondi ministeriali, è finalizzato al potenziamento dei Centri per l’Impiego per consentire un’efficace erogazione dei servizi per l’impiego e attività di formazione tramite il rafforzamento delle competenze del personale e tramite il potenziamento infrastrutturale.

Approvate anche una serie di delibere dell’assessore all’agricoltura, Gianluca Gallo, tra cui lo strumento di programmazione ponte con il nuovo programma regionale per le attività di sviluppo nel settore della forestazione e per la gestione delle foreste regionali per l’anno 2024. Lo stanziamento finanziario ammonta a 156 milioni di euro, di cui 100 milioni di risorse statali e 56 milioni di risorse regionali.

Deliberato anche il programma forestale 2024/2044 elaborato dalla Uoa politica della montagna, foreste, forestazione e difesa del suolo.

Infine, sempre su indicazione di Gallo, la giunta ha provveduto alla nomina di cinque componenti del Comitato tecnico-scientifico dell’elaioteca regionale “Casa degli oli extravergini d’oliva di Calabria”, individuati tra coloro che hanno partecipato alla manifestazione d’interesse della Regione Calabria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disco verde della giunta per il Dsl sistema integrato di educazione e istruzione
ReggioToday è in caricamento