I tagli nelle scuole / Melito di Porto Salvo

Dimensionamento, polemica tra FI e Pd sull'autonomia dell'Iis di Melito

Il locale circolo dem difende la decisione della città metropolitana, su cui aveva espresso perplessità il coordinamento azzurro dell'area grecanica

Nei giorni scorsi il Coordinamento dell'Area grecanica di Forza Italia con una nota stampa aveva manifestato delle perplessità sulla decisione della Città Metropolitana che ha confermato l'autonomia dell'istituto di istruzione superiore Giovanni Familiari di Melito Porto Salvo, sottolineando come la città, a fronte di questa conquista ha perso una delle tre autonomie delle scuole presenti.

A queste dichiarazioni replica il Pd melitese con una nota del presidente del circolo cittadino, Enzo Russo, ricordando come il Pd di Melito, consapevoli dei rischi che il dimensionamento scolastico avrebbe determinato per la comunità, si era subito mosso insieme al dirigente scolastico dell'Iis Familiari per sostenerne nelle sedi opportune l'autonomia. "L'attenzione verso l'istituto Familiari - scrive Russo - è stata determinata dalla convinzione che, tenuto conto del numero di scuole che dovevano perdere autonomia, difficilmente il nostro Comune avrebbe mantenuto tutte e tre le autonomie". Per questo è stata privilegiata la scelta dell'istituto il cui accorpamento "avrebbe causato i maggiori danni al nostro territorio". Il taglio di questa autonomia scolastica, contunua Enzo Russo, "avrebbe determinato nello spazio di pochi anni la chiusura dello stesso istituto perchè , come dimostra la crescita delle iscrizioni nell'ultimo anno, la presenza del dirigente scolastico è decisiva per fornire un'offerta formativa al passo con i tempi".

Un primo incontro tra il presidente del circolo Pd e il dirigente scolastico dell'istituto è stato replicato dopo la prima riunione sul dimensionamento tenuta presso la Città metropolitana di Reggio Calabria con i diversi attori. Una volta acquisti gli elementi necessari, il circolo ha inviato al sindaco metropolitano facente funzioni una lettera aperta nella quale ha rappresentato i motivi a sostegno del mantenimento dell'autonomia dell'istituto Familiari e le conseguenze che avrebbe determinato la perdita della stessa per questa scuola e l'intero territorio. In quella lettera si erano sostenute inoltre le ragioni del mantenimento dell'autonomia anche per il circolo didattico Pasquale Megali, inviandola anche ai rappresentanti provinciali del Partito Democratico e agli eletti per chiedere un impegno convinto anche da parte loro presso le sedi competenti.

A proposito di quanto obiettato da FI, scrive ancora Russo: "Non tutto il male viene per nuocere. La nota stampa di Forza Italia ci ha permesso di riscontrare che esiste un coordinamento dell'Area grecanica dello stesso partito, fino ad ora presente solo sulla carta. Coordinamento che lamenta, poi, dell'occasione persa per fare una battaglia comune, ma nulla avrebbe impedito che tale iniziativa potesse essere assunta dallo stesso".

Il circolo del Partito Democratico fa presente, inoltre, al coordinamento di Forza Italia di "guardare in casa propria e di chiedere al presidente della Regione Occhiuto e all'assessora Princi, espressione entrambi di Forza Italia, il perché nelle linee regionali emanate sul dimensionamento scolastico hanno omesso di riconoscere, nonostante ciò fosse prevista nella legge nazionale, le minoranze linguistiche che avrebbero certamente consentito alla Città Metropolitana di confermare l'autonomia dei tre istituti scolastici melitesi".

Rispondendo a Forza Italia, precisa Russo: "Certamente una battaglia è stata finalmente vinta per la cittadina melitese e speriamo che sia la prima di tante vittorie. Se poi si vuol trovare il pelo nell'uovo e alimentare stupide polemiche non riconoscendo quanto fatto, questo è altro discorso". Il partito democratico melitese richiama poi all'attenzione del coordinamento di Forza Italia quanto già espresso in altre note prima del caso dimensionamento: "Si auspica l'avvio di un confronto perché da parte di tutte le istituzioni scolastiche un'offerta formativa di livello, che permetta a tutti gli studenti della nostra cittadina e a quelli dei comuni viciniori di frequentare con buoni risultati le scuole presenti nel nostro comune, evitando così - conclude Russo - la continua emigrazione verso altre istituzioni scolastiche". Un obiettivo per raggiungere il quale anche il Pd melitese si impegnerà sul campo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimensionamento, polemica tra FI e Pd sull'autonomia dell'Iis di Melito
ReggioToday è in caricamento