rotate-mobile
Controlli

Prevenzione a bordo dei treni in Calabria, il bilancio della polfer

Tra le misure disposte, nel corso di "Alto Impatto", sono stati identificati e controllati 100 viaggiatori diretti verso varie località del Nord

Nell'ambito dell'attività di prevenzione espletata dal personale dell'ufficio secondo del compartimento di polizia ferroviaria per la Calabria, particolare rilievo ha rivestito, in quest'ultimo periodo, l'inoltro delle numerose proposte per l'applicazione delle misure di prevenzione personali.

"Come già noto, - spiega la polizia - l'applicazione delle misure in argomento, costituisce il presupposto fondamentale per arginare e prevenire fenomeni di pericolosità sociale a opera di persone che sono dedite abitualmente ad attività illecite in ambito ferroviario".

Sono stati proposti e successivamente emessi 29 avvisi orali del questore, 4 fogli di via obbligatorio e 10 proposte di sorveglianza speciale, la maggior parte accolte dalle questure competenti giurisdizionalmente e notificate agli interessati consentendo di frenare le potenzialità criminali dei destinatari dei provvedimenti, garantendo la normale fruibilità del servizio del pubblico trasporto.

Nel corso dell'attività di prevenzione a bordo dei treni interregionali denominata "Alto Impatto", disposta e sensibilizzata dal servizio di polizia ferroviaria, sono stati identificati e controllati 100 viaggiatori diretti verso varie località del Nord.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione a bordo dei treni in Calabria, il bilancio della polfer

ReggioToday è in caricamento