Venerdì, 19 Luglio 2024
Botta e risposta

Dimensionamento, Nucera replica al centrodestra: "Si cerca di girare la frittata"

L'assessore alla pubblica istruzione risponde alle accuse di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega

Sulla questione del dimensionamento scolastico e sui disagi di questo nuovo avvio di anno scolastico a Reggio Calabria è battaglia politica e l'assessore comunale Nucera sta ricevendo duri attacchi dal centro destra arrivati in una nota congiunta dei coordinamenti provinciali di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega. Così ecco che l'assessore alla pubblica istruzione replica, ancora una volta, alle accuse. 

Afferma Nucera: "Il centrodestra insiste ad attaccarmi con dichiarazioni che denigrano me e il mio operato e che soprattutto non corrispondono minimamente alla realtà dei fatti. Una polemica sterile e puerile che per nulla riguarda l'impegno nei confronti delle scuole e della comunità, ma solo il voler trovare un capro espiatorio per avere visibilità politica e attirare consensi elettorali".

 "Ho già ribadito più volte, ma è tutto documentato, - specifica Nucera - che mi sono battuta da tempo contro la decisione della Regione Calabria di applicare le Linee guida sul dimensionamento scolastico, rivolgendo appelli tramite lettere inviate e protocollate. Mi sono rivolta ai vertici regionali -prosegue l'assessore- evidenziando il problema e le conseguenze gravissime per il nostro territorio, soprattutto in merito alla parte relativa alle minoranze linguistiche, ma non ho ricevuto nessuna risposta.

La scelta della Regione Calabria è stata lesiva dell'identità e della cultura delle singole istituzioni scolastiche che nel tempo hanno costruito la loro peculiarità e che adesso rischiano di vedere il proprio lavoro distrutto. Più volte ho chiesto un' integrazione ai criteri previsti dalle Linee guida per  il dimensionamento scolastico, per le aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche, senza avere nessun riscontro". 

"Mi chiedo -dice Lucia Anita Nucera- come mai il centrodestra non intervenga su chi ha voluto tutto questo invece di prendersela con chi ha sempre lavorato per il bene della comunità scolastica ispirandosi ai valori etici e morali che hanno contraddistinto il mio operato e che hanno portato la gente a darmi fiducia.  Il dimensionamento scolastico come previsto dalle Linee guida regionali non prende in considerazione il D.M. di giugno scorso e avrà  conseguenze negative sul personale scolastico e sull'offerta formativa dei nostri territori".

"Per quanto riguarda la firma della Città metropolitana - aggiunge l' assessore - con cui viene respinto il piano di dimensionamento scolastico, in quanto come dicono i rappresentanti del centrodestra presentato oltre il termine, preciso che al settore istruzione non è arrivata nessuna comunicazione, forse i rappresentanti del centrodestra hanno altre strade per attingere informazioni. Inoltre, è una menzogna costruita al sol fine di denigrare il mio operato dire che ho presentato in ritardo il piano di dimensionamento per il quale non era stata nemmeno prevista una scadenza ufficiale da parte della Città metropolitana né tanto meno mai comunicata.

Inoltre, in riferimento all'assistenza specialistica ai ragazzi disabili, informo i rappresentanti del centrodestra, ma sono sicura sia solo una svista, che io non sono più l'assessore al welfare e gli assistenti educativi non sono di mia competenza. È una menzogna il fatto che non mi sia confrontata con dirigenti e sindacati. Come già detto, il 15 settembre sono stati ascoltati ed è stato tutto verbalizzato". 

"Gli stessi rappresentanti del centrodestra che mi accusano di blaterare, - continua l'assessore Nucera -  di dire falsità si dimenticano che hanno partecipato ad un'apposita audizione in Commissione consiliare istruzione nel mese di settembre dove sono stata audita proprio sul dimensionamento scolastico anche alla loro presenza, ovviamente è tutto verbalizzato.  Da questo si evince che evidentemente hanno tra di loro grossi problemi di comunicazione visto che gli esponenti del centrodestra presenti in Commissione sapevano bene sia del mio impegno che della gravità delle conseguenze che il dimensionamento scolastico avrebbe portato al nostro territorio. Evidentemente, per tutelare la decisione della propria parte politica si cerca di girare la frittata e buttare la colpa su chi invece ha cercato di risolvere le cose e di denunciare quanto assurda era la decisione del governo regionale di centrodestra di applicare le linee guida".

"Tengo a evidenziare inoltre che sulla questione mensa scolastica è stata fatta una gara che è andata deserta come in tanti comuni d’Italia e si sta lavorando per rilanciare un’altra. Può succedere, anche la Regione ha pubblicato più volte il bando per la tesoreria ed è andato deserto.  Per quando riguarda la scuola  Pythagoras si sta lavorando per riportare al più presto i ragazzi in classe".

"Su una cosa mi trovano d'accordo i rappresentanti del centrodestra - conclude Lucia Anita Nucera - la necessità di uomini e donne competenti nello svolgimento dei ruoli pubblici. Con le loro dichiarazioni hanno infatti ampiamente dimostrato, ma non è la prima volta,  di non conoscere minimamente né le procedure né le competenze che afferiscono i vari settori né le normative vigenti e questo non può che essere lesivo per una città che deve avere politici non solo capaci, ma anche preparati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimensionamento, Nucera replica al centrodestra: "Si cerca di girare la frittata"
ReggioToday è in caricamento