rotate-mobile
I controlli / Palmi

Gioco illegale, computer e totem sequestrati nel Reggino: 260 mila euro di sanzioni

I controlli dei militari dell’Arma e degli operatori dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli hanno riscontrato che gli apparecchi consentivano ai giocatori di intraprendere rischiose scommesse

Sono stati numerosi i controlli nelle ultime settimane del personale dei carabinieri della compagnia di Palmi e dai funzionari dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli Adm di Reggio Calabria. La task force messa in campo, ha incentrato i propri controlli sulla prevenzione e repressione delle violazioni nel gioco on-line non autorizzati. Il tutto per garantire il rispetto delle norme a tutela del gioco lecito e responsabile.

Il bilancio è complessivamente di 20 i personal computer ed i “totem” sequestrati presso bar e circoli situati tra i comuni di Oppido Mamertina e Sant’Eufemia d’Aspromonte. Oltre 260 mila euro di sanzioni amministrative irrogate e proposte di chiusura per 3 locali pubblici.

I controlli dei militari dell’Arma e degli operatori dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, hanno riscontrato che gli apparecchi sequestrati consentivano ai giocatori, molte volte minorenni, di collegarsi ad internet e di intraprendere rischiose scommesse su piattaforme specifiche di gioco on-line, baipassando i canali dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Ad Oppido Mamertina in particolare, nel corso di un solo controllo presso un bar, sono stati rinvenuti, nascosti in una sala coperta da tende, ben 6 apparecchi “totem”, così chiamati per la loro forma slanciata, che consentono di giocare eludendo le concessioni dello Stato. 

"Con tali controlli l’Arma dei carabinieri conferma, ancora una volta, - affermano dal comando provinciale - la sua incessante presenza sul territorio, ponendosi a tutela degli interessi patrimoniali dello Stato e dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco illegale, computer e totem sequestrati nel Reggino: 260 mila euro di sanzioni

ReggioToday è in caricamento