rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cucina

Pitte di San Martino, ecco gli ingredienti immancabili per la ricetta ideale

La Confartigianato locale, in un recente post su facebook, ha diffuso l'elenco degli alimenti adeguati per la preparazione del tipico dolce

San Martino, la ricorrenza che si celebra ogni anno in data 11 novembre, è uno dei giorni in cui - solitamente - ci si riuscisce tra amici e/o parenti per bere un sorso di vino ed - anche - al fine di assaporare alcune delle tipicità territoriali.

Tra le prelibatezze caratteristiche della provincia di Reggio Calabria non possono essere trascurate le celebri pitte di San Martino. 

La loro preparazione, solitamente, si svolge tagliando tutti gli ingredienti a pezzettini per poi impastarli con il vin cotto. I conseguenti panetti andranno infornati a 180° per 30 minuti, ed al termine spennellati - sempre - col vin cotto.

Si prosegue, dunque, aggiungendo all'impasto una spolverata di garofano, cannella, e cacao amaro. 

Sui social

Ad esprimersi in merito è stata - ancora una volta in modo puntuale - la Confartigianato Reggio Calabria per mezzo del proprio profilo facebook. 

"Le pitte di San Martino, bianche e nere, sono un dolce povero tipico della tradizione della fascia tirrenica di Reggio Calabria. - Si legge nel comunicato sui social - Esse, come dice il nome, legate alla festa di San Martino". 

"La glassa differenzia le due tipologia di pitte: in cacao in quella nera ed zucchero in quella bianca. E' un dolce simile alle susumelle, che invece sono ancorate più alla tradizione della città capoluogo". 

Pitta bianca

Gli ingredienti inclusi nel post

La Confartigianato, a tal punto, ha elencato gli alimenti ideali. Ecco quali sono:

- 150 ml di acqua

- 150 g di zucchero

- 125 g di miele

- 1 baccello di vaniglia

- 1 scorza di limone

- 50 g di olio

- 500 g di farina 00

- 10 g di ammoniaca per dolci

- 125 g di uvetta passita 

Invece, per la glassa: 

- 100 g di zucchero

- 25 ml di acqua

"Bollire a 110 gradi ed in alternativa al cioccolato aggiungere del cacao" conclude il post. Tra i commenti si leggono le considerazioni degli utenti reggini presenti sulla piattaforma. 

"Le susumelle sono più morbide" scrive una persona. "La morbidezza si ottiene per via del quantitativo di miele e per la cottura" interviene, in rispsota, il pasticciere Angelo Musolino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pitte di San Martino, ecco gli ingredienti immancabili per la ricetta ideale

ReggioToday è in caricamento