rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Il testo

Proroga graduatorie infermieri e Oss, ecco il contenuto del disegno di legge

Validità ampliata di un anno e obbligatorietà di partecipazione a corsi di formazione per il personale che verrà selezionato

Una proroga di un anno delle graduatorie del Servizio sanitario regionale che andranno in scadenza nel 2023 per superare “l’endemica mancanza di personale sanitario”. Una proroga finalizzata a chiamare sul posto di lavoro infermieri e operatori soci sanitari in stand by dal 2021, ma subordinando la procedura alla frequenza obbligatoria di corsi di aggiornamento organizzati dagli enti e dalle aziende sanitarie interessate.

E’ questo il fulcro attorno al quale ruota il disegno di legge deliberato dalla giunta regionale, presieduta da Roberto Occhiuto, nella riunione del 28 giugno scorso.

Una proposta che, giovedì prossimo, sarà esaminata dai componenti della commissione sanità di palazzo Campanella, presieduta dalla “forzista” Pasqualina Straface.

La mancanza di personale sanitario, come viene ricordato nel disegno di legge, “è una pesante realtà che condiziona la possibilità di assicurare ai cittadini calabresi il fondamentale diritto costituzionale alla salute”.

Un diritto minato dalla cronica carenza di personale, in parte, legata a un turnover che fa registrare “ampi periodi di scopertura”. Urgenza questa che, tuttavia, come spiega il legislatore regionale va conciliata con la “necessità di contenimento della spesa pubblica”.

In questo quadro, infine, per la giunta regionale “risulta opportuna una legge che disponga la proroga delle graduatorie già esistenti per l’assunzione di candidati risultati idonei, ma non vincitori in concorsi già espletati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga graduatorie infermieri e Oss, ecco il contenuto del disegno di legge

ReggioToday è in caricamento