Venerdì, 19 Luglio 2024
Sport e impianti

Strutture sportive, consegnati i lavori per il rifacimento del Palloncino

L'atteso intervento restituirà alla città un impianto di cui le società e i tanti giovani che praticano volley hanno urgente necessità

La mancanza di strutture sportive in città era stata al centro di recenti proteste soprattutto da parte delle società di pallavolo reggine, orfane di una sede per allenamenti e gare dopo la chiusura della palestra Campagna, adiacente alla curva sud dello Stadio Oreste Granillo e nota come Palloncino, che dovrà essere demolita e completamente rifatta. Ora, come annunciato dal Comune, sono stati finalmente consegnati, nei giorni scorsi, i lavori per il progetto di demolizione e ricostruzione della storica struttura sportiva. A darne notizia in una nota è il consigliere comunale con delega allo Sport Giovanni Latella, che insieme all'assessore ai lavori pubblici Rocco Albanese ha partecipato al sopralluogo per la consegna dell'area all'impresa costruttrice.

L'intervento di demolizione e ricostruzione della struttura sportiva è reso possibile dalla programmazione disposta dall'amministrazione comunale reggina, secondo l'indirizzo del sindaco Giuseppe Falcomatà proseguito dal facente funzioni Paolo Brunetti, nell'ambito del masterplan dei finanziamenti europei del Pnrr "Next Generation Eu" relativo al programma "Sport e Inclusione Sociale". La somma destinata è di circa 3 milioni di euro e punta alla creazione di una struttura sportiva moderna ed efficiente, che si integri in maniera armonica rispetto alle altre aree destinate allo sport già interessate da importanti investimenti, come lo stadio Oreste Granillo, sul quale sono in corso i lavori di efficientamento energetico dopo il restyling degli spalti e dei dispositivi di sicurezza, lo Scatolone, e la piscina comunale, sulla quale è in corso l'intervento disposto in sinergia con il Coni. I lavori per la costruzione del nuovo Palloncino dureranno 500 giorni. Responsabile Unica del Procedimento per il Comune di Reggio Calabria è la funzionaria Eleonora Megale, direttore dei lavori Salvatore Cozzupoli, Dierre l'impresa costruttrice.

I dettagli del progetto che porterà alla realizzazione del nuovo Palloncino

Il progetto prevede la realizzazione del nuovo palazzetto sportivo con orientamento prevalente posto sull’asse sud-ovest/nord-est, distribuzione che permette di far emergere direttamente sulla strada principale l’area del campo da gioco facendo diventare l’edificio un punto di riferimento significativo. Sul fronte nord al piano terra verranno posti tutti gli ambienti destinati a servizio dell’attività sportiva e precisamente due spogliatoi per atleti, due spogliatoi per arbitri distinti per sesso, due servizi igienici per disabili, locale antidoping, locale infermeria, sala tecnica Acs e locale deposito.

Il progetto del nuovo Palloncino

Al primo livello sempre sul fronte nord è posta la tribuna in gradoni da quasi duecento posti a sedere, con i servizi igienici per gli spettatori ed un locale tecnico. Al secondo livello, collegato da un ascensore accessibile alle persone con disabilità e da due scale in acciaio, è stata prevista la realizzazione di un terrazzo per il posizionamento delle componenti impiantistiche. Un sistema di vetrate permetterà infine di usufruire di una illuminazione naturale diffusa, e il campo da gioco è pensato per essere utilizzato da atleti di tutti i livelli e categorie e quindi destinato al gioco della pallavolo regolamentare.

"Siamo felici di poter avviare un altro importante cantiere che riguarda una struttura sportiva storica del nostro territorio - ha affermato a margine del sopralluogo il consigliere delegato allo Sport Giovanni Latella - ringrazio i tecnici che hanno consentito questo nuovo importante risultato in grado di dare un impulso importante al settore dello sport, aprendo la strada alla consegna di una nuova struttura moderna ed efficiente che si integrerà perfettamente con il contesto circostante, dialogando con gli altri impianti già presenti o in fase di realizzazione".

"Siamo consapevoli - ha concluso Latella - dell'assoluta valenza che lo sport riveste a livello sociale sul nostro territorio, costituendo un volano di socialità ed un'opportunità di crescita per migliaia di giovani. In questo senso abbiamo programmato in questi anni una serie di interventi che vanno nella direzione di migliorare in maniera sensibile il parco degli impianti sportivi cittadini, ristrutturando gli impianti esistenti e programmando la costruzione di nuovi. Anche nel caso del Palloncino si tratta di un sensibile upgrade. Vigileremo affinchè i lavori possano essere completati nei tempi previsti". Nel frattempo, come promesso dall'assessore Albanese durante il sit in di protesta organizzato la scorsa settimana dalla Fipav, le società di pallavolo, che usavano il Palloncino, dovranno essere messe nelle condizioni di utilizzare la vicina Copri e Scopri, per cui il Comune si è impegnato a risolvere il problema dei bagni che al momento non la rende fruibile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strutture sportive, consegnati i lavori per il rifacimento del Palloncino
ReggioToday è in caricamento