rotate-mobile
Calcio

Reggina, Inzaghi attende il Bari: "Seconda contro terza, vogliamo sfruttare l'occasione"

Le parole del tecnico amaranto alla vigilia della partita casalinga contro i Galletti

Filippo Inzaghi, allenatore della Reggina, ha risposto alle domande dei giornalisti alla vigilia del match casalingo contro il Bari:

"Siamo contenti del percorso fatto. Grazie al lavoro e grazie al lavoro del presidente ci prendiamo i meriti senza montarci la testa. Siamo partiti da un punto molto basso e abbiamo lavorato sodo per essere qui. La B però è molto lunga. Grazie al lavoro della proprietà ci prendiamo i meriti come le convocazioni di Pierozzi e Fabbian. Portarli in Nazionale significa che qui c’è l’ambiente giusto per crescere. È una bella soddisfazione per la Reggina".

Il progetto amaranto: "Quando ho conosciuto Saladini ho capito da subito la sua serietà, ci dà una grande serenità per il futuro. Con questo entusiasmo e questo proprietà, con questi ragazzi, io credo che potremo divertirci e toglierci grandi soddisfazioni".

Sull'attuale rendimento casalingo: "Non mi piacciono alcuni dati statistici, certi gol sono condizionati da determinati fattori. Non mi interessano le statistiche in casa o fuori casa. Attualmente stiamo facendo benissimo fuori casa, ma ad esempio la gara contro il Benevento era vinta, sappiamo come è andata. Abbiamo preso qualche gol che non dovevamo prendere, ma semplicemente dobbiamo lavorare: sono soddisfatto del lavoro della squadra, abbiamo sbagliato solo il primo tempo a Venezia".

Sulla gara di sabato sera contro i Galletti: "Sarà una partita bellissima, da godersela, seconda contro terza, è una bella soddisfazione per noi, vogliamo sfruttare questa occasione. Tutte le gare nascondono delle insidie. Faccio i complimenti al Bari e all'allenatore, hanno una squadra importante, si stanno meritando la classifica che hanno. Abbiamo tre punti in più perché forse abbiamo dato prova di avere qualcosa di più. Non ci siamo mai snaturati, tranne che con il Genoa. Cercheremo di fare la nostra gara sapendo i loro pregi e difetti e cercando di sfruttare le nostre peculiarità".

Sull'assenza di Gagliolo e sulle disponibilità: "Dispiace non averlo, ma Camporese è una garanzia. Io ho sempre detto che ho tre titolari in quel ruolo. Abbiamo poi due garanzie come Loiacono e Dutu, al quale spero di dare un'opportunità. Ho molti dubbi, i tre davanti a Como mi hanno soddisfatto, vedremo se confermarli o meno. Ricci è un calciatore sottovalutato, a Como meritava il gol. Meglio avere più scelte a disposizione. Avremo un allenamento domani mattina, tranne Gagliolo e Obi ci sono tutti".

Sulla posizione di classifica: "Abbiamo solo bisogno di essere realisti, guardare gara dopo gara. Chi deve vincere il campionato non siamo noi, vedremo di stare più in alto possibile. Per arrivare in A dobbiamo strutturarci come società, ambiente e rosa, voglio arrivare in A senza fare il salto più lungo della gamba. Questo non significa però che non possiamo essere ambiziosi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina, Inzaghi attende il Bari: "Seconda contro terza, vogliamo sfruttare l'occasione"

ReggioToday è in caricamento