rotate-mobile
Calcio

Serie D, Acireale-San Luca 4-2: giallorossi cadono a Acri Sant'Antonio

Giallorossi provano a reagire con la doppietta di Bruzzaniti, ma tornano a casa con un pesante ko

Il San Luca rimedia un'altra sconfitta, stavolta sul neutro di Aci Sant'Antonio, casa provvisoria di un'Acireale che sta risalendo impetuosamente la classifica. nonostante le assenze di Lodi, Brumat e Cannino, i granata hanno la meglio su una squadra ancora senza una guida tecnica definitiva e con Bruzzaniti riserva almeno dall'inizio

La partenza è tutta di marca siciliana con Ortolini che impegna subito l'attento Scuffia in due circostanze. All’undicesimo minuto il vantaggio granata: assist di Savanarola, Ortolini si inserisce e con un destro potente e preciso batte Scuffia.  Al 22’ il raddoppio acese: Todisco mette dentro dalla sinistra,respinta di un difensore ospite, Savanarola da due passi batte ancora il portiere giallorosso.

Al 28’ il San Luca ha l’occasione per accorciare e riaprire la contesa: D’Alterio in uscita frana su Maesano, per l’arbitro è calcio di rigore, dal dischetto capitan Carbone non è abbastanza freddo e si fa ipnotizzare dall’estremo granata che respinge

Acireale ancora vicina al 3-0 con Russo che al 60’ su punizione impegna Scuffia. Portiere ospite ancora una volta dimostra tutta la sua qualità impedendo a Garetto il tris.

Al 76' il gol che riapre clamorosam,ente il match: errore nel rinvio di D'Alterio, Bruzzaniti è più lesto di tutti e insacca.

Il finale è da cuori forti. Al minuto 82’ Piccioni insacca in posizione dubbia, dopo azione di Joao Pedro. Al 91' arriva la doppietta di Bruzzaniti che insacca su traversone di Leveque. Il San Luca tenta il tutto per tutto e la squadra si sbilnacia, così al 94' ne approfitta Tumminelli, che infila Scuffia su un'azione di rimessa orchestrata da Savanarola.

Il San Luca deve iniziare a guardarsi le spalle e deve riflettere sul progetto tecnico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, Acireale-San Luca 4-2: giallorossi cadono a Acri Sant'Antonio

ReggioToday è in caricamento